Microsoft prevede perdite disastrose per il mercato PC

Diminuzione disastrosa per il mercato PC: è previsto il 15% di vendite in meno in tutto il 2013. A parlare è Microsoft

Microsoft PC Ormai è risaputo che i Personal Computer si stanno spartendo il mercato con i tablet, soprattutto perché non tutti coloro che li utilizzavano lo facevano per lavorare: ecco che quindi la portabilità è andata incontro a quelli che volevano semplicemente svagarsi e perdere tempo con un dispositivo utilizzabile anche durante gli spostamenti. La situazione, insomma, sta cambiando piano piano a favore delle tavolette.

A prendere posizione in questo mare di incertezze è stata Microsoft, in occasione dell'ultima riunione sul Q3 2013: l'azienda ha messo in evidenza che la situazione è destinata a peggiorare ulteriormente e che le cifre diramante un tempo da IDC - sicuro del fatto che il mercato dei PC avrebbe subito un calo del 5% durante tutto il 2013 - sono decisamente migliori rispetto a quelle che prevede l'azienda.

Secondo il team di Ballmer, infatti, i Personal Computer subiranno una flessione del 15% rispetto all’anno precedente, una cifra pari al 10% in più rispetto a quella stimata:

"In Windows - ha dichiarato Amy Hood, CFO dell'azienda - ci aspettiamo introiti in continua diminuzione a seguito del declino del mercato consumer PCx86".

La divisione Windows, per questo motivo, subirà una contrazione dell'1.9%, che non è altissima - quindi non disastrosa - anche se resta facilmente giustificabile: sono i tablet dell'azienda ad aver messo un freno al calo e agiranno così anche per il futuro. Bisognerà vedere, però, che ne sarà dei PC: non svaniranno, certo, ma tra qualche anno i cambiamenti saranno molto più evidenti.

  • shares
  • Mail