Stampa 3D in rapida evoluzione dopo la scadenza di alcuni brevetti?

La stampa 3D dovrebbe guadagnare energia sul mercato, perché la scadenza di alcuni brevetti potrebbe produrre una rivoluzione, a giudizio di diversi esperti del settore.

Se proprio così non sarà, è almeno lecito attendersi un vigoroso cambio di passo verso l’affinamento delle soluzioni e la democratizzazione dei dispositivi.

Scadenze brevetti

Pare che alcune licenze esclusive del comparto dovrebbero esaudire i loro effetti nel mese di febbraio del prossimo anno, consentendo così di allargare la concorrenza, grazie al pubblico dominio dell’idea, che potrebbe alimentare una forte vivacità, consentendo ai potenziali clienti di scegliere fra stampanti più sofisticate a prezzi meno impegnativi.

Ovviamente non sarà un processo immediato, ma già nel 2015 si potrebbe vedere qualcosa di realmente interessante in tal senso. Si pensa a nuovi apparecchi basati sulla sinterizzazione laser, che dovrebbe permettere di stampare strutture metalliche tridimensionali.

Processi complessi

La polvere di metallo, disposta su una piattaforma, con l’ausilio di una fusione laser, porterà a creare delle strutture complesse moltiplicando strati e passaggi, superando gli handicap delle soluzioni attuali, che trovano dei seri limiti nella realizzazione di oggetti difficili da plasmare.

Il vero vantaggio per i consumatori sarà questo, perché già oggi i prezzi delle stampanti 3D convenzionali sono scesi in modo vistoso, portandoli al livello dell’accessibilità, ma sul piano funzionale non si è ancora al top. Adesso si profila la possibilità di un netto miglioramento qualitativo, con costi sempre più abbordabili per gli acquirenti. Non ci resta che aspettare per vedere cosa succederà.

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail