Morto il CEO di Swisscom Carsten Schloter, secondo la polizia è suicidio

È stato trovato morto nella sua casa l’amministratore delegato di Swisscom Carsten Schloter anche direttore di Fastweb. Secondo le forze dell’ordine si tratterebbe di suicidio ma gli accertamenti sono ancora in corso.



Questa mattina l’amministratore delegato della compagnia Swisscom, Carsten Schloter, è stato trovato morto nella sua abitazione di Friburgo. La notizia è di poche ore fa e la situazione non è stata ancora chiarificata ma i responsabili degli accertamenti, ancora in corso d’operano, ipotizzano che si tratti di suicidio.

Carsten Schloter


Carsten Chotler, cittadino tedesco di 49 anni, è entrato a far parte della società di telecomunicazioni Swisscom nel 2000, come responsabile Public Com e Mobil Com e come membro del Comitato di Direzione. Nel 2006 è stato appuntato amministratore delegato della società, divenendo successivamente anche presidente della società di telecomunicazioni italiana Fastweb dopo l’acquisizione di quest’ultima da parte di Swisscom.


“Profondamente colpiti, il Consiglio di amministrazione, i collaboratori e la Direzione del Gruppo esprimono le loro piu’ sentite condoglianze alla famiglia e ai parenti.” Asserisce il presidente del consiglio di amministrazione, Hansueli Loosli.

Le compagnie


Naturalmente ci saranno dei riassestamenti tra le cariche al vertice della compagnie. La conduzione della società Swisscom sarà infatti affidata temporaneamente al responsabile della sezione svizzera del gruppo, Urs Schaeppi mentre per quanto riguarda Fastwebb Mario Rossi assumerà ad interim la carica di Presidente del Consiglio di amministrazione. Ueli Dietiker andrà invece ad assumere temporaneamente il ruolo di Presidente del Consiglio di Amministrazione per la divisione Swisscom IT Services.

Via | Repubblica.it

  • shares
  • Mail