TechCrunch Italy - Intervista a Luca Ascani, fondatore di Populis

Sta per scadere il limite di tempo per partecipare alla Startup Competition del TechCrunch Italy. RaiNews 24 intervista Luca Ascani, che ci parla di startup in Italia - e di perchè dovrebbero essere internazionali e non legate al nostro mercato.

Luca Ascani, fondatore di Populis e co-organizzatore del TechCrunch Italy è stato intervistato da RaiNews 24, ed uno degli argomenti principali è stato proprio il TechCrunch Italy - calato nel contesto generale della situazione startup in Italia.

Un mercato globale che va affrontato con coraggio

L’intervista è godibilissima e getta luce su quello che vede uno dei pochissimi imprenditori di successo italiani nella scena dell’innovazione tecnologia e dei social media: che siamo indietro ma che abbiamo i mezzi per sfondare.

Non esiste una Silicon Valley italiana ed in effetti è assurdo pensare di costruirla adesso, quando la posizione geografica ha sempre meno rilevanza sulle effettive chance che ha una buona idea di sfondare. Non possiamo far iniziare la nostra rivoluzione tecnologica da Catania o da Milano, ma possiamo rendere la nostra idea imprenditoriale innovativa internazionale sin dall’inizio.

Luca Ascani ci ricorda quindi il concetto di “scalability” di un’impresa, ma non dal punto di vista delle sue dimensioni iniziali, che possono essere tranquillamente ridotte, quanto alle barrere di mercato e linguistiche. Non ha assolutamente senso cercare di vendere un prodotto geniale nel solo mercato italiano se lo stesso potrebbe trovare utenti o acquirenti in tutta Europa o in tutto il mondo. L’importante è innovare, mettersi gioco e prendere d’assalto il mercato:

"Abbiamo già ricevuto decine di pitch deck, ma il vincitore del prossimo TechCrunch Italy potrà essere solo chi riuscirà a pensare in grande, presentando un’idea davvero in grado di stravolgere un settore: be disruptive (re) design. L’obiettivo che ci poniamo infatti non è tanto permettere a una startup di vincere questa competizione, ma offrire un traguardo intermedio che faccia da trampolino di lancio verso obiettivi più ampi, ben oltre i confini italiani.”

Ultimo giorno per la Startup Competition

Il TechCrunch Italy è un evento che offre molte possibilità agli startupper. Dalle tavole rotonde con invitati eccezionali alla Startup Alley che metterà in mostra 50 giovani aziende con i loro nuovi prodotti di fronte ad un pannello di investitori.

E poi c’è lei: la Startup Competition, che abbiamo ricordato giusto ieri. I termini del concorso scadono domani, quindi se ne avete la possibilità, avete ancora qualche ora per presentare la vostra idea!

  • shares
  • Mail