Senza App non ci so stare, 5 anni dopo

Sono passati solo 5 anni da che esistono le App, così come le conosciamo oggi. Si tratta di programmi per smartphone, o tablet, che milioni di persone utilizzano ogni giorno

Mobile Apps

per qualsiasi cosa ma che sono nate nel non lontano 2008, almeno in maniera massiccia, quando debuttò l’App Store di Apple, anche se ormai il Google Play l’ha praticamente raggiunto.

Le usano tutti


Con la diffusione di telefoni di ultima generazione, e poi con l’arrivo delle "tavolette" la diffusione delle App ha subito un’impennata clamorosa, tanto da diventare imprescindibili per la vita di ogni giorno. Provate a pensare: lo sono anche per voi tra social network, messaggistica, geolocalizzazione, giochi e molto altro.

200 persone senza App per 4 giorni


Una recente ricerca, condotta da eBay su 200 soggetti, si è occupata di stabilire se le persone fossero riuscite a resistere per ben 4 giorni, che non sono pochi, senza utilizzare le loro App preferite: ebbene oltre un terzo di loro non ce l’ha fatta.

Frustrazione, infelicità, nervosismo si sono manifestati in astinenza dalle applicazioni, tanto che quando sono tornate usufruibili gli utenti, almeno buona parte di loro, si sono sentiti decisamente meglio.

la NoMofobia colpisce ancora


Una dipendenza che già conoscevamo sotto forma di NoMofobia, che abbiamo visto essere piuttosto marcata nelle donne italiane, ma senza dubbio vale per tutte, e per tutti, e che da un lato pare essere preoccupante, dall’altro (purtroppo) un segno dei tempi sempre più digitali che stiamo vivendo.

Social, IM e shopping


Una moltitudine di attività che senza applicazioni gli utenti hanno dimostrato di non poter, o voler, effettuare, riprendendole regolarmente non appena avessero potuto usare i loro quotidiani strumenti tecnologici.

Oltre alla socialità e alla messaggistica, anche lo shopping online, senza dubbio molto caro ad eBay, è una di quelle attività in grandissima espansione, specialmente in mobilità, che consente di confrontare prezzi e avere una finestra sul mondo degli acquisti in tempo reale, per poi poter effettuare l’acquisto ovunque ci si trovi, senza temere che le serrande siano abbassate.

Il processo è ormai irreversibile


Sono passati solo 5 anni ma molto è cambiato nelle nostre abitudini; Internet, certo, il motore del mondo, ma anche tutti questi piccoli programmi che utilizziamo sempre più di frequente e di cui non riusciamo a fare a meno, facendo la fortuna dei più abili sviluppatori e dei negozi che ogni giorno vedono centinaia di migliaia di download.

Via | 9to5Mac

  • shares
  • Mail