Google Glass, l'azienda interviene sulla privacy e questa volta rassicura

Google è finalmente intervenuta in maniera seria sulla questione "privacy" dei Google Glass

Foto Google Glass L'utilizzo dei Google Glass ha molti pro e, come in qualsiasi circostanza, altrettanti contro: ci troviamo dinanzi a un prodotto che promette di cambiare la vita persino a sordi e daltonici, ma che non è in grado di garantire - almeno secondo tutti coloro che finora hanno protestato - una buona tutela della privacy. Come fa un terzo, insomma, a sfuggire dalle riprese o dalle foto di occhiali che possono essere confusi con lenti stravaganti?

Il quesito è stato posto dal Bipartisan Congressional Privacy Caucus, capitanato da Joe Barton, e la risposta non poteva assolutamente mancare; Susan Molinari di Google, infatti, è stata chiarissima in una sua leggera:

"Il nostro obiettivo con Glass è quello di fornire il controllo agli utenti e abbiamo già ricevuto impressioni estremamente positive dai primi che hanno testato il prodotto. Come lei stesso ha visto indossando Glass, sono richieste azioni specifiche per effettuare una ricerca in Rete, consultare indicazioni stradali, scattare una fotografia o registrare un video. Gli utenti pronunciano 'Ok, Glass' seguito da comandi come 'Google' per una ricerca su Internet oppure 'Trova la strada per' in modo da visualizzare il percorso necessario per raggiungere una destinazione. Per immagini e filmati gli utenti premono un pulsante sul fianco di Glass oppure pronunciano 'Scatta una fotografia' e 'Registra un video'".

In altri termini, i Google Glass funzionano in maniera tale da rendere impossibile ai terzi di non capire cosa sta succedendo; e poi - ha concluso la Molinari - il testing di questi mesi servirà moltissimo per il miglioramento della tecnologia:

"Nonostante Glass non si trovi ancora in vendita e il prodotto sia all'inizio del suo ciclo vitale, pensiamo che un'esperienza di utilizzo diretta possa contribuire a indirizzare la discussione in una direzione positiva per gli utenti e per la collettività. Per questo motivo abbiamo lanciato il programma Google Glass Explorer, che include alcuni partecipanti impegnati a testare il prodotto allo stato attuale. Prendiamo in seria considerazione i loro feedback per decidere gli sviluppi futuri".

Vedremo di che morte dovranno morire questi occhiali... Secondo voi, saranno un successo oppure no?

  • shares
  • Mail