Recensione Onda Internet Multi Access DN7000T


Come anticipato nel relativo unboxing vi proponiamo la prova del router 3G Onda DN7000T.

Contenuto della confezione

All'interno della confezione troviamo il router, l'antenna, l'alimentatore, un paio di viti per chiudere il vano della batteria già alloggiata nel dispositivo, i manuali ed una SIM TIM con 5 € di traffico.

Le dimensioni piuttosto generose, 250×140×40 mm, il peso di 700 gr e la finitura in plastica nera e porosa conferiscono a questo router un aspetto solido e robusto.

Installazione

L'installazione prevede l'apertura del vano della batteria per l'inserimento della SIM che, diciamolo subito, può essere di qualsiasi gestore, l'inserimento dell'antenna ed il collegamento del cavo di alimentazione.

Nella parte inferiore del dispositivo sono presenti alcuni fori che permettono l'installazione a parete sia in verticale che in orizzontale del router.

Sul retro del dispositivo sono presenti le seguenti porte:


Antenna

Nel manuale sembra che non sia specificato, ma dalle prove effettuate abbiamo scoperto che l'antenna viene utilizzata solo per la connessione 3G e non per il WiFi, che evidentemente si affida ad un'antenna interna al dispositivo.

Questa caratteristica permette di installare il router all'interno di un'abitazione nella zona più comoda per i collegamenti e per la copertura WiFi e, nel caso di basso segnale 3G, consente di utilizzare un cavo per collegare l'antenna esternamente e migliorare così la ricezione.

Telefono

Il connettore RJ11 serve per collegare un tradizionale telefono analogico al router per effettuare chiamate telefoniche sfruttando il traffico voce della SIM, il router non funge quindi da gateway VOIP, ma utilizza la rete GSM/UMTS in modo tradizionale.

Nelle prove effettuate le chiamate telefoniche hanno funzionato alla perfezione sia con SIM TIM che con SIM Vodafone, tuttavia non siamo riusciti a visualizzare il numero del chiamante, non sappiamo se questa sia una limitazione del dispositivo o una non corretta configurazione.

Quando la linea telefonica è impegnata si accende il corrispondente LED verde sul router.

Alimentazione

L'interruttore presente sul retro non serve per togliere l'alimentazione, ma per disattivare il router, infatti il LED verde che segnala la presenza dell'alimentazione di rete rimane sempre acceso e l'apposito circuito provvede a ricaricare le batterie interne.

In assenza di alimentazione esterna entrano in funzione le batterie interne, il LED verde dell'alimentazione esterna si spegne e si accende quelle delle batterie, che comincia a lampeggiare quando si stanno per scaricare.

Le specifiche tecniche parlano di un'autonomia delle batterie di 2 ore in stand-by e di un'ora in connessione. Nella nostra prova il LED delle batterie ha cominciato a lampeggiare dopo circa 40 minuti di utilizzo intenso.

Viste le dimensioni del router, la presenza delle batterie non è pensata tanto per un utilizzo in mobilità del dispositivo, quanto per fornire l'alimentazione in caso di black-out.

Potrebbe essere utile ad esempio per l'invio delle immagini e degli allarmi di un sistema di videosorveglianza che continui a funzionare anche in caso di manomissione dell'impianto elettrico.

Connettività

Il router supporta connessioni dati di tipo GPRS, EDGE, UMTS ed HSDPA fino a 7.2 Mbit/s. Un apposito LED denominato RSSI (Indicatore di intensità del segnale radio) si illumina di rosso se la connessione avviene in GPRS/EDGE, giallo per l'UMTS e verde per l'HSDPA.

L'intensità del segnale ricevuto è visibile nel pannello di controllo espressa in dBm negativi, valori assoluti più bassi indicano una migliore ricezione, informazione utile per capire il miglior posizionamento dell'antenna.

Per quanto riguarda la connettività WiFi il router è compatibile con gli standard EEE 802.11 b/g quindi supporta una velocità massima di 54 Mbit/s e fino a 253 dispositivi connessi.

La protezione dell'accesso alla rete WiFi può essere configurata con i protocolli WEP a 64-128-162 bit, WPA e WPA2.

Nelle nostre prove il segnale della rete WiFi non si è dimostrato particolarmente potente, tuttavia sufficiente a coprire con una buona qualità del segnale tutte le stanze di una normale abitazione.

Nel pannello di controllo sono comunque presenti diversi parametri per configurare al meglio la connessione WiFi.

Configurazione

Il pannello di configurazione è accessibile attraverso una semplice ed intuitiva interfaccia web.


Il router è già preconfigurato per l'utilizzo della SIM fornita priva di PIN, che deve preventivamente essere attivata in un centro TIM.

Nel caso in cui si utilizzi una SIM dotata di PIN occorre inserire il codice dal pannello di controllo ogni volta che il dispositivo viene attivato, cosa piuttosto scomoda.

La connessione dati può essere attivata in modalità automatica o manuale, nel primo caso il router cercherà di connettersi automaticamente ogni volta che viene attivato.

La modalità di connessione automatica è molto comoda, ma occorre fare attenzione al piano dati stipulato con l'operatore telefonico per non esaurire velocemente il bonus di traffico disponibile.

Se si lascia il router sempre acceso per poter ricevere le chiamate telefoniche è opportuno stipulare un piano dati a volume, infatti un piano dati a tempo verrebbe velocemente eroso dalla modalità di connessione automatica.

Dal pannello di controllo è possibile monitorare la quantità di dati trasmessi e ricevuti per tenere sotto controllo eventuali bundle.

Nel caso si utilizzi una SIM di un operatore diverso da TIM occorre configurare opportunamente l'APN dal pannello di controllo. Utilizzando una SIM Vodafone ed impostando l'APN web.omnitel.it il router ha tranquillamente effettuato la connessione dati senza alcun problema.

Il router è dotato di Port Forwarding che permette di mappare indirizzi IP e porte della rete locale con altrettante porte dell'indirizzo IP Internet, utile ad esempio per accedere dall'esterno alle webcam di un sistema di videosorveglianza.

Considerazioni finali

Il dispositivo si è dimostrato versatile ed affidabile, adatto a tutte quelle situazioni in cui non è possibile disporre di una connessione ADSL o di una linea telefonica.

Il prezzo di vendita nello store on-line di TIM è di 149 € , ben 80 € in meno rispetto ad alcuni mesi fa.

In alternativa è possibile ottenerlo sottoscrivendo il contratto Alice Mobile Multiaccess della durata di 24 mesi che oltre al router offre 5 GB di traffico dati alla settimana (20 GB al mese per gli abbonati) al costo di 40 € al mese.

Da segnalare infine che esiste anche una versione di questo router denominata DN7000 offerta dall'operatore 3 in comodato d'uso sottoscrivendo un piano abbonamento Tre Dati Plus per 24 mesi che offre 1 GB di traffico al giorno a fronte di un canone mensile di 33 €.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: