Guida al digitale terrestre: Contributi statali per l'acquisto del decoder


Il passaggio al digitale terrestre suscita accese discussioni, come dimostrano i tanti commenti al precedente post sullo switch-off.

Una recente analisi di Microsoft afferma che tra poco più di un anno Internet sorpasserà la televisione. A Giugno 2010 l'utente medio passerà 14,2 ore a settimana su Internet e solo 11,5 davanti alla TV.

Per i più giovani e per chi si ciba quotidianamente di Internet la televisione rappresenta un mezzo di comunicazione vetusto, ma la popolazione è composta anche da persone che non hanno ancora fatto il salto nel mondo digitale ed interattivo di Internet.

Per queste persone il passaggio al digitale terrestre può rappresentare un'opportunità, un'evoluzione, ma rappresenta prima di tutto un costo a cui probabilmente avrebbero tranquillamente rinunciato se una direttiva europea non ne avesse imposto l'adozione.

In Sardegna lo switch-off è avvenuto a fine Ottobre 2008 e fino al 30 Novembre 2008 è stato erogato un contributo di 50 € per l'acquisto del decoder agli abbonati in regola con il pagamento del canone.

Attualmente i contributi sono erogati nelle regioni dove è in corso lo switch-over, ovvero in Valle d'Aosta, in provincia di Trento e nei 15 comuni delle province limitrofe (BZ, VR, VI).

Da notare come in Valle d'Aosta il contributo di 50 € valga per tutti i residenti o i proprietari di una seconda casa, mentre in provincia di Trento e nei comuni limitrofi il contributo valga solo per chi ha compiuto 75 anni.

I contributi dovrebbero essere stanziati progressivamente in tutte le regioni interessate dallo switch-over, ma attenzione, solo alcuni modelli di decoder sono ammessi al contributo.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: