Arriva il geocaching, la caccia a tesoro hi-tech

geocaching

Nato nel 2000 negli Stati Uniti, il geocaching potrebbe diventare il gioco evento della prossima primavera/estate. Ma in cosa consiste? Il termine deriva da geo, cioè l'utilizzo di mappe geografiche e da caching, cioè la ricerca di cache che rappresentano oggetti sepolti. A metà tra tecnologico e analogico, il geocaching prevede la ricerca di tesori sparsi per il mondo. Tesori sepolti non dai vecchi pirati, ma dagli stessi utenti che si iscrivono alla community.

Per partecipare bisogna munirsi di un navigatore GPS, come quelli integrati nei cellulari di ultima generazione. Una volta iscritti alla community, si avrà accesso alle coordinate dove gli utenti hanno seppellito i cache, armarsi di GPS e partire alla ricerca. Il fenomeno è partito anche in Italia dove la community comprende già 2745 cache seppelliti per tutta la penisola. Il geocaching favorisce anche l'attività all'area aperta, quindi è ottimo per scollarsi dal computer e fare lunghe passeggiate. Non resta che armarsi di GPS. Buona caccia.

[via wired]

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: