Google Chromebook, la distribuzione si estende a oltre 6600 negozi in tutto il mondo

I netbook per il cloud con Chrome OS diventeranno più reperibili, forse anche in Italia.

Chromebook

Google ha annuncia di aver allargato la rete di distribuzione dei laptop a marchio Chromebook ad un totale di 6600 rivenditori, tre volte tanto di quelli già attivi. Il raggio d'azione è vasto e si parla di negozi, catene e rivenditori online "in tutto il mondo".

Fatta esclusione per il "folle" Chromebook Pixel, l'unico progettato e realizzato direttamente da Google, gli altri modelli realizzati dai partner potrebbero essere definiti dei netbook per il cloud. Macchine sicure, economiche e infinitamente semplici, tanto che metterli fuori uso (almeno sotto il lato software) è una vera impresa e quindi ideali per i banchi di scuola.

Il numero dei rivenditori cresce di 3 volte: ma in Italia?

I modelli di Acer, HP e Samsung (l'unico basato su ARM) diventeranno quindi più reperibili, ma non è chiaro se quest'espansione si rifletterà anche sul nostro territorio. Il post di Google sul blog ufficiale parla di "un'espansione in crescita nei dieci mercati globali", ma vengono menzionati direttamente solo Olanda, Francia (tramite la catena FNAC, che è presente anche da noi), Svezia e Australia.

Difficile dire se i modelli più a buon mercato di Samsung e Acer siano destinati ad arrivare anche da noi (249$ e 199$), ma in ogni caso la casa di Mountain View promette di "portare i Chromebook in ancora più negozi entro la fine dell'anno".

Via | Google

  • shares
  • Mail