Sony PS4, prezzo di $399 e nessuna restrizione sui giochi usati

Sony imbocca una strada fortunatamente diversa rispetto alla mortale nemica Microsoft, proponendo una console meno costosa e con meno restrizioni.

PS4 presentata all'E3

La Sony Playstation 4 uscirà prima di Natale e costerà $399 (in Europa €399, un cambio non proprio favorevole), questo è il succo dell’annuncio della casa giapponese, un evento per la stampa che si è tenuto presso l’E3.

€100 faranno la differenza?

PS4 presentata all'E3

Microsoft ha annunciato che la sua console Xbox One sarà in vendita a novembre e costerà €499, sono cento dollari in più per una console che sta facendo molto discutere tanto i gamer quanto gli avvocati della privacy, data la politica “always on” e l’impossibilità di rivendere i giochi usati.

Dopo sette anni Sony cerca di recuperare immagine e utenza, dato che il colosso giapponese è stato oscurato dal lungo regno dell’Xbox, guadagnato con molte fatiche e attraverso una lunga serie di fallimenti da una Redmond davvero agguerrita. La PS3 dal canto suo non è mai riuscita ad eguagliare le vendite delle sue antenate, né la loro popolarità, e fino ad oggi ha perso terreno. Il prezzo di lancio era decisamente troppo alto, un errore che Sony non vuole ripercorrere, andando addirittura €100 sotto alla concorrente e surclassando l'altra rivale, Nintendo, sul piano dell'hardware.

La sfida di Sony è di riconquistare la fetta di mercato persa e sfondare anche nel mondo del mobile, risollevando le sorti della sua altra “nuova” console, la PS Vita, costantemente schiacciata dalle vendite del 3DS di Nintendo - E dalla galassia Android, orma protagonista del mobile gaming. Vita sarà molto vicina a PS4, anche se non abbiamo ancora dettagli precisi in merito.

PS4: come è fatta


PS4 presentata all'E3

Esternamente la nuova Playstation non ha molto di diverso dal passato: il design è quello rettangolare, nero e con le scanalature che è quasi un family look per il gaming di Sony.

Per quanto riguarda l’hardware, Sony non è entrata nel vivo dei dettagli. Si suppone che il sistema sia costruito attorno ad un chip x86 a otto core ed una GPU, entrambi provenienti da AMD. Queste componenti vogliono dire un sacco di potere ad un prezzo contenuto, probabilmente ancora più “scontato” poichè AMD è ormai relativamente piccola e sotto un assedio violento da parte di Intel e consorzio ARM.

Come preventivato, per i giochi in 4K dovremo aspettare la prossima generazione. Nessuna console può avere un prezzo di €399 e contenere la tecnologia necessaria.

PS4 presentata all'E3

Cambia anche il controller, anche se non viene totalmente rivoluzionato. Diventa più morbido nelle linee, con una superficie leggermente ruvida e gli stessi pulsanti e stick analogici. La novità principale è un touchpad al centro, che si spera venga sfruttato a dovere, come anche il sensore di posizione per il Playstation Eye.

Supporto ai giochi usati


PS4 presentata all'E3

L’altra differenza fondamentale con Microsoft è la maggiore libertà di godersi la propria macchina in pace. I giocatori potranno comprare, vendere e rivendere i giochi - e saranno loro proprietà “per sempre”. Non ci sarà nessun obbligo di connettersi per giocare, neppure la prima volta.

Considerato il boato con cui questo annuncio è stato accolto all'E3, possiamo dire con sicurezza che Sony non ha perso tempo a sparare a zero sulle politiche di Microsoft, giustamente accolte con rabbia dall’utenza e dalla stampa.

A questo aggiungiamo che la PS4 sarà “region free” per i giochi, e che ci sarà anche un piano per altri contenuti oltre ai videogame sulla piattaforma, compresi musica e video, oltre che “nuovo sviluppo software allo stato dell’arte concentrato sui gamer”. Scopriremo nel prossimo futuro di cosa si va parlando.

  • shares
  • Mail