Acer Aspire TC603 e Predator G3 al Computex 2013, arrivano i desktop per Home Theater e gaming

Acer presenta l'update di una coppia di macchine desktop "tradizionali" rivolte a due mercati in cui questa categoria tiene duro: gamer ed amanti degli impianti home theater.


Acer non ha abbandonato il mondo dei desktop - E non presenta al Computex 2013 solo AiO, ma ben due modelli tower che per certi utenti restano ancora attraenti. Ed anche se gli Haswell sono stati sviluppati per essere montati in macchine compatte, ovviamente funzionano ancora benissimo.

Acer Aspire TC603



Il brand definisce l’Acer Aspire TC603 un “centro multimediale in alta definizione”, un nome un po’ pomposo per definire un tower di dimensioni relativamente piccole (chiamiamolo “micro tower”), che sebbene erediti dai suoi antenati la solita forma a cassone, tutto sommato non è un pugno in un occhio: particolari di metallo spazzolato con varie combinazioni di colore possibili decorano il frontale, dove sono presenti una gran quantità di porte audio/video/dati. Per fortuna i vecchi case in cui tutto è nascosto dietro sono solo un ricordo.

L’Aspire TC603 fa della grafica il suo punto di forza, ed offre una gamma di soluzioni GPU per tutte le tasche e necessità, coadiuvate da una porta HDMI 1.4 offerta come standard. Ci sono altri ritrovati adatti a renderlo un hub per un apparato home theater: USB 3.0, lettore di SD multiformato, supporto al 3d e un sacco di spazio per HD e SSD lo rendono perfetto per caricare qualsiasi film o video e visualizzarlo su qualsiasi schermo o proiettore.

Il prezzo parte da €699.

Acer Predator G3-605



Una delle categorie principali ancora ingolosite da grossi case e modelli tower è quella dei gamer, e la casa presenta per loro l’Acer Predator G3-605, un PC dal design “futuristico” ed aggressivo, ereditato in toto dall'edizione dell'anno scorso. Una "bestia" del genere stuzzica il palato di questa categoria giovane e amante degli oggetti coreografici. Come resistere ad un bottone di avvio dalla forma triangolare?

Sebbene ci siano altri marchi come Asus ROG e Dell Alienware a fornire ad un gamer che si rispetti le macchine che vuole per polverizzare i concorrenti, Acer ha onestamente fatto del suo meglio per lasciare il segno su un mercato fondamentalmente modaiolo.

Il suo case vanta una bella maniglia per aiutarvi a trasportarlo verso il prossimo LAN party, non manca un gancio per appendere le cuffie ed il sistema di raffreddamento Ice Tunel cura il flusso dell’aria per smaltire il (notevole) calore di un rig di GPU da videogiocatori.

I gamer sono tutti più o meno smanettoni, ed Acer rende facile cambiare dischi, dato che c’è un apposito sistema Easy-swap completo di lucchetto per dissuadere i malintenzionati quando si è in trasferta. State solo attenti a non perdere la chiave...

L’audio non è dimenticato, ed il nome storico scelto per riprodurre i suoni è quello di SoundBlaster, con il suo kit Cinema.

Il Predator G3 ha un prezzo a partire da €899, ma qua ci si può sbizzarrire nelle combinazioni strane.

Via | Cartella Stampa

  • shares
  • Mail