Il televisore Oled curvato di LG in commercio entro fine anno

Vi avevamo anticipato che non era un semplice esercizio teorico. Ora ne abbiamo conferma: la TV LG Oled 3D curvata sarà disponibile sul mercato entro fine anno. Questa perla da 55”, con nome di battesimo EA9800, aveva destato un forte scalpore al CES 2013, andato in scena nei mesi scorsi a Las Vegas.

In quella cornice anche Samsung si era presentata con una proposta analoga, ma senza velleità commerciali, almeno nel breve periodo. LG, invece, punta velocemente su questa soluzione, ritendendola già matura per lo sbarco nei negozi, che dovrebbe avvenire prima della prossima festa di San Silvestro.

Nuovo godimento delle immagini

I manager dell’azienda coreana fanno sapere di essere al lavoro su vari tipi di schermo televisivo a corpo curvilineo, per offrire presto agli utenti un serie di proposte capaci di consegnare una nuova prospettiva d’osservazione.

LG pensa che questo genere tipologico diventerà una delle principali tendenze degli anni a venire. Secondo il produttore asiatico i televisori con pannello OLED curvo consegnano il privilegio di mantenere i vari punti dello schermo alla stessa distanza dagli occhi dello spettatore, riducendo le distorsioni. Come avevamo fatto notare, ciò può essere vero quando ad osservare la scena c’è una sola persona, ma in presenza di più soggetti, disposti in posizione non equidistante dagli estremi del monitor, il concetto potrebbe non reggere più. Evidentemente i tecnici di LG la pensano in modo diverso, quindi mi affido alla loro superiore competenza, anche se il dubbio rimane.

Spessore sottile e forme curve

Vari utenti hanno testato l’opera, esprimendosi in termini lusinghieri sulla qualità dell’esperienza vissuta. Per la scheda in pillole del modello rimando al precedente post. Qui voglio fermare un attimo l’attenzione sulla tecnologia Oled, acronimo di Organic Light Emitting Diode, ovvero diodo organico ad emissione di luce. Questa permette di realizzare display a colori con la capacità di emettere luce propria, riducendo gli spessori dei display e offrendo la possibilità di lavorare su forme sottili o arrotolabili. Vari i campi di applicazione, a partire dagli smartphone del futuro.

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail