Intel si butta sul mercato dei convertibili con Android, promuoverà i prodotti di Lenovo, HP e Asus

Intel si prepara a scommettere su Android: "Windows 8 e Windows RT non hanno stimolato la crescita globale nel mercato".

Lenovo IdeaTab S2110Windows 8 e Windows RT sono nati per conquistare un mercato nuovo per Microsoft: tablet, laptop touchscreen e tutti gli ibridi possibili tra questi due formati. A circa sei mesi dall'uscita dei due nuovi OS quel boom sperato da Redmond non è avvenuto, e Intel, un'altra azienda rimasta impantanata nel "vecchio" mercato PC inizia a prendere le dovute misure.

Per il gigante delle CPU è arrivato il momento di scommettere su Android, visto che Windows RT ormai è praticamente considerato come un piccolo flop: i dispositivi non erano poi così male, ma la poca versatilità dell'OS, i prezzi troppo alti e la concorrenza spietata dei tablet Android venduti "al chilo" gli hanno dato ben poche chance.

DigiTimes scrive che Intel proprio per questo motivo salterà sul vagone Android, ormai già in corsa da anni, e partirà con la promozione dei convertibili Android tra cui un nuovo Lenovo Yoga in arrivo a maggio (si parla di un display da 11"), il primo di una nuova ondata di prodotti non troppo distanti da quelli con Windows RT.

A Lenovo seguiranno altri nomi importanti del calibro di HP, Toshiba, Acer e Asus, quasi tutti pronti e sicuramente ben intenzionati a riadattare (riciclare?) i loro design trasformabili verso l'OS del robottino verde.

DigiTimes scrive che Intel ha stimato un prezzo ideale intorno ai 500$. Non è ancora chiaro se ci sia effettivamente un nuovo brand in arrivo in stile Ultrabook, ma il fatto che la casa di Santa Clara abbia fissato dei parametri per queste macchine -- dovranno tutti essere muniti di tastiera rimovibile -- sembra suggerire proprio questa strada.

Nella foto c'è l'IdeaTab S2110 di Lenovo, un "vecchio" convertibile con Android e hardware ARM (Qualcomm) lanciato nel 2012.

Via | DigiTimes

  • shares
  • Mail