iWatch, Apple ne conferma l'esistenza (ma solo indirettamente)

Non lo ha dichiarato apertamente, ma un membro Apple ha confermato l'esistenza dei tanto chiacchierati iWatch, gli orologi a cui la Grande Mela starebbe pensando da tempo

iWatch Apple Grandi conferme per tutti i fan Apple, soprattutto per coloro che di iWatch non possono più fare a meno: per chi non lo sapesse, ma dubitiamo esista ancora qualche appassionato di tecnologia ignaro degli obiettivi della compagnia, si tratta di orologi particolari che potrebbero essere dotati di funzionalità altrettanto innovative per un dispositivo portatile. A parlare è stato Bill Campbell, presidente di Intuit, nonché membro del CdA della Grande Mela sin dal 1997, al ritorno di Steve Jobs.

Campbell non ha voluto parlare direttamente degli orologi (che sembrano essere oggetto di interesse pure di Samsung), ma ne ha dato per scontata l'esistenza, durante la presentazione di un quartiere generale di Intuit, dove ha parlato del futuro dei prodotti tecnologici e soprattutto del modo in cui si possa portarli al successo; l'attenzione, in realtà, si è focalizzata moltissimo sui dispositivi indossabili, in particolare sui Google Glass.

Il futuro della tecnologia? L'intimità


"Ci sono molti progetti in corso nei quali viene applicata la tecnologia a cose veramente intime, come i Google Glass: è un passo avanti fenomenale. Quando si inizia a pensare a occhiali od orologi, questi diventano così intimi come lo è diventato il telefono cellulare".

Il futuro della tecnologia, insomma, sta nella stessa formula magica che ha portato al boom degli smartphone, e cioè nell'indiscutibile intimità che si crea tra dispositivo mobile e consumatore; non ha tutti i torti: chi di noi al giorno d'oggi farebbe meno del proprio melafonino, Samsung, Nokia e via dicendo?

Bisogna vedere se pure occhiali e orologi riusciranno a conquistarci: Campbell lo ha dato per scontato, ma, visti i prezzi (dei Glass soprattutto) e considerata la crisi, non ci sarebbe da mettere la mano sul fuoco.

Via | BusinessWeek

  • shares
  • Mail