Microsoft farà uno smart watch con interfaccia touch? Il rumor è credibile

Secondo il Wall Street Journal, Microsoft sarebbe già entrata in accordi con alcuni fornitori di hardware per assemblare il proprio smart watch ideale. Ci saranno "piastrelle"?

Sembra che avremo un concorrente in più alla “gara” di marketing dell’anno, quella in cui le più grandi multinazionali dell’informatica e dell’elettronica si sfidano a convincerci dell’utilità dello smart watch e - contemporaneamente - a produrne uno che funzioni e serva effettivamente a qualcosa.

Microsoft vuole uno smart watch con touchscreen



Per il momento non è dato sapere dettagli più precisi di questo, ma a quanto pare alcuni manager dei maggiori fornitori di componenti elettroniche non sono riusciti a stare zitti, ed hanno fatto sapere al Wall Street Journal che Microsoft sta esplorando costi e possibilità per creare un “orologio intelligente”.

Le richieste di materiale per i test sono arrivate all’inizio, dell’anno, e si tratta di componenti con tre caratteristiche fondamentali:

  • Piccoli
  • Leggeri
  • Poco assetati di energia

  • Se poi Redmond continuerà lungo la strada dello sviluppo, non ci è dato saperlo. Di sicuro siamo tutti curiosi di vedere come i tre principali rivali di Microsoft risolveranno le peggiori sfide tecniche iniste in uno smart watch: renderlo sufficientemente compatto, fare in modo che la batteria “sopravviva” abbastanza a lungo, ed imbottirlo di funzioni invitanti affinchè sia un prodotto desiderabile.

    Tecnologia indossabile



    A giudicare dal volume di interesse suscitato dai Google Glass, la tecnologia indossabile è la buzzword del momento nel mondo dell’elettronica consumer.

    Nessuno, tuttavia, ha ancora le idee chiare sulle funzioni possibili di uno smart watch o di un’altra device similare. Le direzioni finora imboccate sono molto diverse, dalla realtà aumentata “lite” dei succitati occhiali di Google fino al supporto per gli smartphone che invece è propugnato dalla piccola startup Pebble. Siamo invece ancora nel buio per quello che riguarda i rivali Samsung ed Apple, anche essi impegnati con gli smart watch.

    Osservando Microsoft, possiamo notare una piccola corsa alla miniaturizzazione o perlomeno alla "compattazione" (mi si perdoni il termine audace). Prima abbiamo Windows 8, un OS votato a funzionare altrettanto bene sui tablet, poi abbiamo visto che i suoi Surface sono destinati a diventare "Mini", i suoi OS a fondersi in un’unica entità a partire dal prossimo update Windows Blue. Per finire abbiamo le voci su questo smart watch. Sono pugni tirati alla cieca ad un mercato non ancora ben digerito oppure uno sforzo concreto e pianificato di Microsoft di reinventarsi per la nuova era?

    PS. l'immagine è quella del primo tentativo di uno smart watch compatibile con Windows 8 ad opera della russa Gnomio. Il fundraiser su IndieGoGo per il progetto è fallito senza raggiungere l'obiettivo.

    Via | Wall Street Journal

    • shares
    • Mail