Apple, cambiano i servizi post-vendita di Genius Bar

Addio sostituzioni facili con Apple: da oggi i Genius Bar dovranno procedere alle riparazioni. Si inizia da metà aprile

Genius Bar Apple Cambia notevolmente la politica di assistenza firmata Apple: i servizi post-vendita di Genius Bar dovranno attenersi alle nuove disposizioni, almeno in Francia (e verosimilimente in tutto il resto d'Europa e del mondo); gli assistenti, infatti, non potranno in alcun modo procedere alla sostituzione immediata del dispositivo, perché dovranno prima di tutto verificare che tutto possa tornare alla normalità attraverso facili (o difficili) riparazioni. Per qualcuno, insomma, la pacchia è finita.

L'indiscrezione arriva dal blog francese iGen, che ha segnalato come i metodi sono cambiati e che Apple non ha alcuna intenzione di effettuare sprechi: il dispositivo dovrà essere riparato, perché, in molti casi, è semplice farlo; qualora fosse difficile, però, il genio di turno non dovrà arrendersi e lavorare affinché ritorni a funzionare.

Come cambierà l'assistenza?


Le nuove indicazioni riguardano solo gli smartphone, per il momento; la circolare diffusa dalla compagnia, infatti, parla chiaro:



  • L’iPhone 5 si può smontare totalmente. Niente più scambi tranne che in caso di problemi seri.

  • Per l’iPhone 4/4S, i guasti più comuni si potranno rimediare con pezzi di ricambio: batteria, pulsanti, motore di vibrazione, audio.

  • La riparazione dovrà essere effettuata dai genius istruiti per questo compito e in un tempo inferiore ai 30 minuti.



Inutile dirvi, però, che lo stesso avverrà anche per i tablet, dispositivi di punta di questo lungo 2013.

La nuova politica sarà attuata in Francia a partire da metà aprile, ma non va letta per forza in modo negativo: in questo modo, la Grande Mela dovrà per forza di cose concentrarsi sulla realizzazione di dispositivi smontabili e riparabili. Attendiamo con ansia le sorti di tutti gli altri mercati.

Via | iGen

  • shares
  • Mail