iRadio, la sfida di Apple a Spotify con iOS 7

Apple iRadio

 

Non solo il "nuovo" Spotify, che da qualche mese è arrivato anche in italia, ma anche Deezer nel mirino di colossi mondiali quali Apple e Google. Entrambi i top player stanno studiando nuove vie per la musica on-demand via web, sia attraverso i computer che attraverso i ben più appetibili dispositivi mobili che si trasformano in veri e propri moderni juke-box degli anni ’10.

Musica on demand, oltre iTunes


Big G avrebbe dovuto già farlo, ma ancora nulla s’è visto, mentre per quanto concerne Apple stiamo attendendo l’estate per vedere se il suo tanto discusso iRadio (sempre se davvero il servizio si chiamerà proprio così) prenderà davvero forma (e vita). Un nuovo modo di ascoltare la musica che si affranca dai vecchi canoni del possesso della stessa, validi fino ad ora, per avvicinarsi a quelli del noleggio delle opere degli artisti di tutto il mondo, opere i cui diritti sono detenuti dalle sempre ostiche case discografiche.

Quest’ultime sono sempre più sensibili alla nuova liquidità della musica ma spesso poco disposte a condividere i lauti guadagni, almeno una volta, del loro ormai frammentato mercato. Ecco perché i tempi potrebbero allungarsi, nonostante la piattaforma tecnologica sia già bella che pronta da parte dell’azienda di Cupertino.

iRadio dentro iOS 7


Salvo imprevisti dell’ultimo momento, quindi, assieme ad iPhone 5S, iOS 7 e l’iPhone economico, se esiste davvero, a Giugno non è escluso che potremo vedere anche la nuova realtà musicale di Apple che, dopo aver introdotto iPod e iTunes, in fatto di 7 note ha già dimostrato di saperci fare non poco.

In contemporanea, ma non è escluso la cosa possa avvenire prima o subito dopo, anche la nuova musica di Google scenderà in campo e poi nulla sarà come prima.

Via | BGR

  • shares
  • Mail