Maria Sybilla Merian, il Google Doodle per l’anniversario della sua nascita

Aggiornamento: siccome il Google Doodle di oggi merita particolarmente, abbiamo deciso di segnalare meglio il link all'opera di Anna Maria Sibylla Merian, il “Metamorfosi degli insetti del Suriname”, che oggi è completamente visionabile online grazie al Centro di Retrospettiva Digitale di Gottinga, in Bassa Sassonia (per gli amici tedeschi, amanti delle parole composite, si chiama Göttinger Digitalisierungszentrum).

Non dovete credermi sulla parola sull'effettivo valore di un "viaggio" virtuale tra le pagine di Maria Sybilla Merian, ho incluso alcune delle straordinarie pagine di questo trattato in una gallery.

Ore 8:48. Lasciamoci alle spalle le festività pasquali, conclusesi da poche ore, ed andiamo ad incontrare una ricorrenza dedicata a tutt’altro tipo di argomento.

Quello che cade oggi, Lunedì 2 aprile, è l’anniversario della nascita di un’importante osservatrice e studiosa del mondo naturale che Google ha deciso di portare all’attenzione con uno dei suoi Doodle statici che ne richiama le opere. Maria Sybilla Merian è stata una naturalista e pittrice nata a Francoforte sul Meno e vissuta tra la metà del ‘600 e gli inizi del ‘700.

Le opere di Anna Maria Sibylla Merian
Le opere di Anna Maria Sibylla Merian
Le opere di Anna Maria Sibylla Merian
Le opere di Anna Maria Sibylla Merian
Le opere di Anna Maria Sibylla Merian

Tra arte e natura


Anna Maria Sybilla Merian

, è nata a Francoforte nel 1647, quindi quello di oggi è il 366° anniversario della sua nascita. L’ambiente famigliare che circonda Marya Sybilla farà sbocciare e maturare il suo gusto ed amore per l’arte e l’osservazione della natura che la porteranno, successivamente, in un lungo viaggio alla ricerca di nuovi soggetti.

Apprende la pittura dal secondo marito della madre, Jakob Marell, diventando poi lei stessa moglie di un artista, il pittore Johan Andreas Graff. Fin da piccola, inoltre, coltiva un interesse per il mondo degli insetti ed in particolare per ciò che riguarda la nascita e le trasformazioni di bruchi e farfalle.

Unisce così le sue osservazioni e le sue abilità come pittrice e pubblica uno studio che raccoglie descrizioni e ritratti di specie di insetti mai osservate prima di allora.

La Metamorfosi nel Suriname


Quello passato nel luogo conosciuto come Guyana Olandese, il Suriname, è certamente il periodo più importante della vita di Maria Sybilla Merian.

La studiosa organizza, assieme alla figlia, una spedizione scientifica nel Suriname, sostenendosi con un prestito ottenuto dal borgomastro di Amsterdam. Le due passano i tre anni successivi tra le foreste della Guyana Olandese, concentrandosi sul ritrovamento e sull’osservazione di insetti, nonché di piante ed altri animali tipici della regione e sconosciuti in Europa.

Le opere di Anna Maria Sibylla Merian

Maria Sybilla riporta attentamente i suoi ritrovamenti, dipingendo minuziosamente i vari stadi delle trasformazioni dei suoi soggetti preferiti, i bruchi, fino a quando non è costretta ad interrompere la spedizione nel 1701.

La pubblicazione di “Metamorfosi degli insetti del Suriname” avviene nel 1705 e l’opera contribuisce grandemente a portare consapevolezza su un argomento fino a quel momento ignorato.
La vita di Anna Maria Sybilla Merian termina nel 1717 all’età di settant’anni.

Il Doodle di oggi è bellissimo: animali e piante che formano una scritta Google a malapena leggibile e che richiamano il lavoro della naturalsta.

Le opere di Anna Maria Sibylla Merian

  • shares
  • Mail