Samsung Contents & Service Portal al via, è la risposta ad Apple AppStore e Google Play

A quanto pare l’idea di creare un rivale per i lucrosissimi App Store di Apple e Google Play Store di Google è balzata alla testa di Samsung, che ha inaugurato qualcosa che potrebbe assomigliare molto a questi marketplace online.

Il tentativo, purtroppo, pare molto immaturo e campato in aria - E non sembra neppure che Samsung abbia deciso cosa fare con un simile portale, battezzato con il nome poco scorrevole di Samsung Contents & Service Portal.

Contenuti e servizi - per ora non c'è nè l'uno nè l'altro

Il sito dovrebbe teoricamente essere accessibile tramite tutti i device Samsung: smartphone, smart TV ed ovviamente tablet. Dovrebbe raccogliere in sè tutte le app ed i servizi distribuiti da Samsung per i propri apparecchi.

Il portale è più attivo in Corea del Sud, la madrepatria della multinazionale. Alle nostre latitudini lo store è raggiungibile (dal link qui sopra è possibile andare a darci un'occhiata) ma il volume di contenuti è piuttosto piccolo, e non si notano grossi sforzi di promuoverlo, almeno non in questo particolare momento.

Samsung tuttavia mira ad un’espansione globale, anche se finora non ha diffuso nessuna cronotabella. Di sicuro la piattaforma era “pubblicizzata”, pur senza particolari fanfare, al Mobile World Congress 2013 di Barcellona.

Ha a che fare con il futuro di Tizen?

A quanto pare la strategia di Samsung dovrebbe a questo punto collegarsi a Tizen, il sistema operativo che i coreani vorrebbero iniziare a diffondere accanto ad Android e per il quale hanno pianificato di proporre alcuni smartphone quest’anno, compreso un modello di fascia alta. Nonostante questa ipotesi, per il momento la piattaforma è accessibile dagli smartphone e dagli altri prodotti su cui gira Android, il che fa pensare che possa essere condivisa.

Staremo a vedere come si comporterà la piattaforma in futuro - al momento questo portale “Content and Service” di Samsung è ancora piuttosto vuoto e scheletrico e pertanto destinato a cadere alle ortiche.

Via | Ubergizmo

  • shares
  • Mail