I tablet superano i desktop, l'anno prossimo supereranno i laptop

Che i PC desktop non siano più il prodotto preferito dell’utente consumer non è un segreto - ormai solo i gamer sono motivati a comprare un pesante tower da mezzo quintale. Per gli altri, anche al lavoro, è più adatto un laptop. Oppure ancora un altro apparecchio, che diventa progressivamente più comune nelle nostre case: il tablet.

Due anni fa soltanto il tablet era un giocattolo esotico che l’uomo comune non riteneva in grado di fare tutto quello che ci si aspetta da un PC, ed inoltre costava anche poco di meno di un computer vero e proprio.

A distanza di 24 mesi l’opinione si è ribaltata, anche perché i vecchi PC tendono a non “morire” più, e vengono conservati a lungo. Un PC di 6 anni fa è ancora in grado di riprodurre video, surfare e andare su Facebook, perché liberarsene? E perchè non comprare un tablet da 300 euro per tutto il resto?

Secondo i dati di IDC, le apparecchiature mobile immesse nel mercato hanno superato il miliardo nel 2012, una crescita del 29% rispetto al 2011, con un’impressionante aumento del 78,4% dei tablet. Gli smartphone, insomma, crescono di numero con regolarità, mentre i “fratelli maggiori” tablet hanno fatto un vero e proprio boom, fenomeno che non diminuirà nel 2013.

Secondo le previsioni di IDC, il sorpasso sta avvenendo in questi mesi, ed al termine del 2013 avremo scoperto che sono stati venduti meno desktop che tablet. Nel 2014, se il trend continua invariato, verranno superati anche i laptop, persino gli sfiziosi ultrabook che Intel ha promosso con tutte le proprie forze.

IDC continua a guardare al futuro e prevede numeri ancora più stratosferici fino al 2017, dove gli apparecchi mobile smart venderanno 2,2 miliardi di unità, pari a 814 miliardi di dollari di oggi. A quel punto il mercato dovrebbe saturarsi definitivamente e la crescita diminuire.

Foto | Flickr
Via | IDC

  • shares
  • Mail