Samsung verso uno smartwatch di qualità per contrastare l'iWatch

Dopo le anticipazioni, circolano nuovi elementi sullo smartwatch di Samsung. Il mercato degli orologi intelligenti promette bene, come conferma l’interesse per il settore da parte dell'azienda coreana, impegnata nello sviluppo di un gadget digitale da indossare come un segnatempo da polso. A riportare la notizia è l’agenzia di stampa Reuters, che non si spinge avanti con i dettagli, tenuti rigorosamente segreti dalla casa madre.

Ciò che conta è, al momento, l’interesse verso un segmento di mercato ad alto potenziale, in una fase in cui le vendite degli smartphone sembrano perdere un po’ di ritmo, per fattori diversi in parte legati alla difficile congiuntura che stanno vivendo varie regioni del mondo.

Nell’ambito degli orologi intelligenti Apple sta lavorando sul suo “iWatch”, che riprende la denominazione degli altri dispositivi di famiglia, diventati nel tempo delle vere icone, come iPod, iPhone, iPad e relative discendenze.

Samsung è già all'opera

Anche Google sta pensando allo sbarco nel settore, con una proposta altamente innivativa. Samsung, per non essere da meno, è già al lavoro. Questo, almeno, è quanto si dice in giro, con ricostruzioni fatte a partire da persone informate sulle attività del management.

L’apparecchio dell’azienda coreana vuole portare al polso il più alto numero di funzionalità oggi presenti nel repertorio tecnico degli smartphone, per unire la comodità del trasporto a una tela senza troppe rinunce, anche se dei limiti, pure significativi, continueranno ad esserci, per evidenti ragioni.

Non è una novità assoluta

Al momento non si hanno altri dettagli, ma c’è da scommettere sulla qualità dell'opera, che non è una risposta al possibile iWacth, avendo già un precedente nel segnatempo da polso “Proxima” (nella foto), sviluppato nel 2009 insieme a Johan Loekito: era però un’altra epoca, che sembra appartenere al passato remoto.

Ora si profila una nuova sfida, con contenuti ben più sofisticati. La via del mercato non dovrebbe essere troppo lontana per lo smartwatch del colosso orientale, che dovrebbe chiamarsi Galaxy Altius, in grado di interfacciarsi con il cellulare, di installare applicazioni e collegarsi al Web in autonomia. Si vocifera che sarà equipaggiato con sistema operativo AltiusOS beta2. Per il display touch si parla di una risoluzione 500 x 500 pixel.

Via | Gadget.com

  • shares
  • Mail