Jawbone UP 2 finalmente è arrivato

Jawbone UP 2 Italy iOS Android

 

Smartwatch, bilance intelligenti, sensori per la bici e chi più ne ha più ne metta. In un epoca in cui smartphone e tablet hanno un sacco di accessori per monitorare da vicino tutta la giornata dell’utente, una delle prime diavolerie che abbiamo visto sono proprio i braccialetti che consentono di tenere sotto controllo i movimenti che compiamo nel corso della giornata, monitorare la qualità del nostro sonno ed evitare che assumiamo troppe calorie con i cibi che ingeriamo. Se poi non ci muoviamo…ce lo ricordano.

UP 2 esce dai confini USA


Come annunciato solo poche settimane fa, ecco che arriva Jawbone UP 2 anche in altri Paesi, fuori dagli USA, Italia compresa. La cosa è accompagnata dall’aggiornamento dell’applicazione in versione 2 anch’essa che proprio oggi arriva alla 2.4 per iOS e aggiunge una sacco di nuove lingue, 11 per la precisione oltre all’inglese, sintomo dell’arrivo in diversi mercati, esattamente 25, del braccialetto intelligente.

Tutti ricordiamo le disavventure della prima versione e il suo immediato ritiro dal mercato, con conseguente rimborso da parte dell’azienda americana, ma adesso UP è stato riprogettato, corretto e fa più cose.

Per iOS ma anche per Android


L’applicazione è disponibile per iOS, come detto, ma anche per terminali Android (si allarga la base della clientela non di poco) nonostante versioni per BlackBerry 10 e Windows Phone non siano ancora nei piani di Jawbone.  L’acquisto sarà possibile negli Apple Store fisici e online già dalle prossime ore oppure nel sito ufficiale Jawbone al prezzo di 129,99 euro nelle colorazioni nero, menta e blu e nelle misure S, M ed L.

Apple e Samsung ci covano


Attento però UP 2, Amiigo ha recentemente raggiunto la quota sufficiente per la produzione epotrebbe essere un degnissimo avversario. Anche Samsung ha un suo bracciale da collegare al nuovo Galaxy SIV, oltre alla bilancia.

Ed Appe cosa farà? Si prenderà cura della vostra salute e del vostro allenamento nel suo già ampio ecosistema o lascerà che altri, come Jawbone ad esempio, se ne occupino? L’evento di fine Giugno (non confermato) non è vicinissimo ma si avvicina inesorabilmente. Il CEO Tim Cook ha promesso nuovi prodotti, vedremo se qualche orpello sportivo farà parte di queste attesissime novità.

Via | Jawbone

  • shares
  • Mail