Pebble smartwatch, in arrivo un SDK preliminare per gli sviluppatori

Novità in arrivo da Pebble. La compagnia dietro il primo smartwatch con schermo E-Paper annuncia l'arrivo di un SDK, e cioè di un kit di strumenti per gli sviluppatori che vogliono addentrarsi nella creazione di apps dedicate. Una svolta importante, perchè dal focus primario sull'avvio della produzione ora si passa alle fondamenta di un ecosistema che servirà a rendere il prodotto più maturo, personalizzabile e si spera, longevo e appetibile. Continua dopo la pausa.

La notizia arriva dall'aggiornamento 34 per i backers del progetto Kickstarter pubblicato poche ore fa su Vimeo, dove il boss Eric Migicovsky ci spiega alcuni aspetti dell'SDK e che almeno per ora sarà pubblicato in una forma preliminare. Una beta insomma, ben distante da quello che un giorno potrà diventare e che quasi certamente vedrà degli importanti cambiamenti nelle API, e cioè nel codice alla base del toolkit.

Questo SDK di prova sarà inoltre molto limitato nelle funzioni, e quindi niente apps evolute che dialogano con lo smartphone, ma neanche a Bluetooth, accelerometro o altri sensori. Per ora il campo di movimento è ristretto alla personalizzazione della visualizzazione dell'ora o altre apps ultra-basiche basate sull'input dei bottoni dell'orologio.

L'SDK arriverà nella seconda settimana di aprile, ma è già disponibile ai 100 finanziatori "hacker" che hanno versato 235$ tramite Kickstarter. Il risultato di questa distribuzione iniziale ha già portato alla creazione di un'adattamento del gioco Snake, che non è molto ma è già qualcosa.

Pebble non è ancora entrato nella fase di produzione di massa, ma si può preordinare dal sito del costruttore in cinque colori diversi al costo di 150$.

Via | TechCrunch

  • shares
  • Mail