Samsung dal CeBIT, "Non c'è mercato per l'ATIV Tab in Germania e altri paesi europei"

Samsung ATIV Tab I tablet Samsung ATIV Tab basati su Windows RT scompariranno presto anche dai listini tedeschi, oltre che da quelli del territorio USA come ormai era già noto dai primi giorni di gennaio. La brutta notizia (brutta sopratutto per Microsoft...) ci arriva dal CeBIT, dove i ragazzi di MobileGeeks hanno ricevuto conferma direttamente da un addetto del gigante Coreano che lo stesso destino si replicherà anche per alcune regioni europee, di cui per certo per ora compare solo la Germania. Continua dopo la pausa.

Motivo? Semplice: dopo aver contattato diversi rivenditori la casa ha stabilito che non ci sono condizioni ideali per giustificare gli sforzi di distribuzione e promozione (ma anche produzione) dei tablet costruiti sulla piattaforma RT, che anche nella migliore delle ipotesi porterebbe ad un successo commerciale fin troppo modesto.

Un'opportunità commerciale resa ancora più complicata dall'OS stesso, che anche se nella forma riprende l'aspetto e le dinamiche di Windows 8, nella realtà dei fatti offre molto meno della sua controparte PC, aperta a tutte le applicazioni del mondo x86 tradizionale e dotata di un ambiente desktop completo e versatile.

Non è ancora chiaro quando e dove l'ATIV Tab scomparirà, ma non ci stupiremo più di tanto se il ritiro si estenderà per tutta l'Europa. Da noi il tablet viene venduto alla cifra semplicemente folle di circa 650€, con soli 32GB di storage, senza 3G e sopratutto senza la tastiera-dock (non è mai arrivata sul mercato) offerta da altre soluzioni simili. E francamente, con un prezzo del genere e funzionalità così ridotte è difficile pensare a qualcosa di diverso da un suicidio commerciale.

Via | Engadget | MobileGeeks

  • shares
  • Mail