LaFerrari e intanto Apple collabora con Maranello

LaFerrari Apple Ferrari

 

Se non è la regina dei gadget questa, cos'altro mai potrebbe esserlo? Stiamo parlando della nuova Ferrari, presentata ieri a Ginevra nientemeno che dal Presidente della casa automobilistica italiana Luca Cordero di Montezemolo: LaFerrari.

Un gioiello tecnologico impareggiabile, primo ibrido di Maranello, da quasi mille cavalli, avete capito bene, dotata di un motore termico da ben 800 CV e di uno elettrico che si ricarica recuperando l’energia cinetica della vettura (KERS di derivazione F1).

Stare in strada a oltre 300 Km/h non sarà un problema grazie alle diverse appendici mobili che assicurano stabilità, aerodinamicità e tanta adrenalina al guidatore. Un giocattolino il cui prezzo non è molto importante per chi davvero può acquistarla, anzi può essere nella lista di persone che ambiscono ad averla dato che ne verranno prodotti 499 pezzi e la lunga lista di fortunati conta già oltre mille prenotazioni.

Prestazioni sul giro, a Fiorano, che fanno impallidire la precedente supercar Enzo (meno 5 secondi) e una dotazione tecnologica al top in assoluto nel mondo dell’automobile. E cos’ha in comune la Ferrari con un altro costruttore di eccellenza come Apple?

Sono, appunto due costruttori che fanno della precisione, dell’amore per il prodotto e della maniacalità per la perfezione una loro ragione di vita. Ecco perché vedremo non uno ma ben 2 iPad mini sulla nuova LaFerrari, grazie alla collaborazione fra due tra i marchi più conosciuti, e riconoscibili, al mondo. Una collaborazione che riguarderà altri modelli rossi, e altri prodotti con la mela.

Ah già, dimenticavamo: la macchinina costa circa 1 milione di euro ma sognarla ad occhi aperti, ascoltando la musica che proviene dal suo poderoso V12...è gratis.

Via|Ferrari

  • shares
  • Mail