Tastiera virtuale per tablet, Fujitsu pensa a un prototipo molto particolare

Tastiera virtuale Fujitsu La tastiera virtuale di tablet e smartphone dà diversi problemi, che dipendono, ovviamente, non soltanto dalla grandezza della mano e delle dita, ma anche – e soprattutto – dal fatto che occupa metà dello schermo, rendendo difficile la visione del resto della pagina.

Non è estremamente fastidioso, questo è vero, ma dei cambiamenti sarebbero senz’altro ben visti dall’utenza. Fujitsu è al lavoro proprio su un’applicazione che permetterà di digitare i tasti senza toccare lo schermo.Quando scriviamo “nuova”, lo facciamo con cognizione di causa: esistono già soluzioni del genere, ma quella alla quale Fujitsu ha qualcosa in più. Vediamo perché: l’idea comune a molte altre aziende è quella di mantenere il tablet in posizione verticale, in modo tale da consentire alla fotocamera integrata di  convertire i movimenti delle dita in testo su una superficie; è come se fosse, insomma, una sorta di proiettore.  La differenza, però, sta nel fatto che Fujitsu non vuole ricorrere a periferiche esterne, come gadget, proiettori portatili e dispositivi vari da collegare alla tavoletta: la tastiera, infatti, è basata sul lavoro della fotocamera.

Finora l’idea è rimasta relegata a un prototipo, ma la società è intenzionata a portare tale applicazione nei suoi prossimi dispositivi, per cercare di conquistare l’utenza con qualcosa che le altre aziende, almeno finora, non hanno offerto. Non in questo modo, almeno.

  • shares
  • Mail