Power Up 3.0 per pilotare gli aerei di carta con lo smartphone

Quante persone, in giovane età, si sono divertite con gli aerei di carta? Molte, suppongo, specie nell’era in cui PlayStation, Facebook e tanti altri passatempi moderni non erano ancora nati. C’è chi ne rimpiange la poesia, ma i tempi cambiano. Qualche volta, però, fanno rivivere le tradizioni più stagionate, aggiungendo un tocco di tecnologia.

E’ il caso di Power Up 3.0, un sistema che permette controllare, tramite uno smartphone, i vecchi aerei di carta, su cui può essere istallato facilmente il modulo all’origine di questo insolito matrimonio tra passato e presente. Composto da batteria, asta in carbonio ed elica, il Power Up 3.0 fornisce una connessione Bluetooth 4.0, per consentire il controllo a distanza da un telefonino multimediale compatibile. Il software consente di accelerare e rallentare il velivolo, ma anche di farlo virare.

Ovviamente, prima di agganciare questo gadget, bisogna essere in grado di costruire l’aereo, con l’arte degli origami, che ricorda una tradizione romantica, oggi non più di moda, ma bella da scoprire. Basta un semplice foglio in formato A4 per plasmare l’opera, che fungerà da piattaforma per questa nuova e leggera diavoleria tecnologica.

Alimentato da una batteria che si ricarica in soli 20 secondi, tramite uno speciale strumento di ricarica, il velivolo può restare in volo per circa 90 secondi. Ancora non si ha il quadro completo dei dettagli funzionali, ma lo sbarco sul mercato è previsto per il mese di agosto, con un costo probabile di cinquanta dollari. Sembrano soldi ben spesi, perché coniugano sensazioni ed emozioni di epoche diverse, in un'unica tela fatta di romanticismo e hi-tech.

Via | Generation-nt.com

  • shares
  • Mail