Intel lancia Clover Trail+ al Mobile World Congress 2013, nuovo Atom dual-core per smartphone e tablet

Intel all'MWC 2013 Anche quest'anno Intel ha portato al Mobile World Congress di Barcellona una nuova versione del suo Atom in versione system-on-chip. Questa volta tocca al Clover Trail+, ufficialmente Atom dual-core, un SoC a 32nm dual-core studiato per la fascia più alta di smartphone e tablet con architettura x86. Continua dopo la pausa.

Il nuovo chip riprende la (sfortunata) piattaforma Medfield introdotta l'anno scorso e finita solo in una manciata di dispositivi, che oltre al raddoppio del numero dei core porta anche un drammatico aumento delle prestazioni del reparto memoria e sopratutto GPU, ereditando caratteristiche dal Clover Trail.

E' ancora presto per parlare di benchmark indipendenti e per ora dobbiamo accontentarci delle specifiche, rese note oggi in dettaglio in occasione del lancio. Il nuovo SoC debutterà sotto forma di quattro nuovi Atom serie Z, e cioè Z2580, Z2560 e Z2520, mentre lo Z2460 sarà a singolo core. Le frequenze massime spaziano tra gli 1,2 e i 2,0GHz, con una frequenza per lo stato di riposo di 600-800MHz.

Di pari passo con la frequenza della CPU aumenta anche quelle della GPU, ora un PowerVR SGX 544MP2 che raggiunge i 533MHz nel modello di punta. Si parla inoltre di un supporto per display fino a 1920x1080, in linea coi tablet più definiti ma anche per i nuovi phablet 1080p che stanno fioccando sul mercato. Numeri alla mano, AnandTech ipotizza prestazioni nel 3D paragonabili ai veloci SoC A6 di Apple presenti negli iPhone 5 o alla GPU Adreno 320 di Qualcomm.

Esattamente come Nvidia, anche Intel ha portato alla fiera una nuova piattaforma di riferimento dimostrativa per mostrare cosa si può fare con i suoi SoC di nuova generazione. La piattaforma è uno smarphone (o un phablet?) con numeri da primato basato su Atom Z2580, con 2GB di RAM, ben 256GB di spazio di storage, fotocamera da 16MP e il nuovo modem XMM 630 per l'LTE fresco di lancio alla fiera.

E' presto per stabilire se almeno quest'anno Intel riuscirà a diventare un player serio nel mercato Android, ma almeno questa volta i numeri sono dalla sua parte.

Via | Intel

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: