Google potrebbe seguire le note di Spotify molto presto: Apple è alla finestra

Google Musica streaming

 

Spotify è da poco sbarcata in Italia con la sua musica ed è subito stato un grande, e prevedibile, successo, anche se ora vedremo come proseguirà la corsa dell’azienda nordeuropea nel Belpaese. Assieme a lei da tempo Deezer, analogo servizio di musica in streaming che, da outsider, si è comunque fatto apprezzare dal grande pubblico.

Sull’onda di queste nuove realtà che molto successo stanno avendo, quindi di conseguenza con un loro perché commerciale non indifferente, aziende più grandi come Apple e Google, tanto per citarne due a caso, stanno pensando di fare la stessa cosa. Da tempo è stata segnalata la presenza di tracce di questa intenzione nei nuovi software della mela, tanto che si pensa che la cosa possa essere imminente, probabilmente una delle novità di Marzo.

Con un bacino musicale come quello garantito da iTunes, ancora il numero 1 al mondo in fatto di musica, la scesa in campo di Cupertino sarebbe una preoccupazione non da poco per chiunque. Altro cliente scomodo per qualsiasi altro attore del mercato musicale sarebbe Google, accreditato dell’intenzione di cimentarsi (anche) nella musica in streaming niente meno che dall’informatissimo Wall Street Journal.

Sarebbero in corso, infatti, accordi con le major discografiche, ma anche con etichette più piccole, per portare la musica sui dispositivi Android, su YouTube e più in generale in tutto l’universo che Google controlla nel web.

Per adesso a fare da pioniere Google Music - ottimo servizio per ascoltare la musica che già si possiede, o per acquistarne di nuova - ma che con le nuove evoluzioni in campo musicale, anche per quanto concerne la distribuzione, potrebbe avere presto validi alleati sempre sotto il segno di Big G.

  • shares
  • Mail