Sony Walkman W273, intervista al testimonial Camille Lacourt

Al giorno d’oggi i lettori MP3 sembrano quasi una reliquia del passato, perché è l’epoca in cui chiunque può attaccare delle cuffie al suo smartphone ed usarlo per ascoltare musica senza bisogno di altri apparecchi complicati. Eppure ci sono delle buone ragioni per avere un lettore dedicato, ad esempio se si è uno sportivo e non si vuole far fuori la batteria (la cui durata è sempre troppo breve) del proprio telefono.

Ed è proprio a questo il punto in cui abbiamo notato che il nuovo Sony Walkman W273, un lettore MP3 impermeabile e leggero pensato per lo sport, ha un testimonial di eccezione, niente meno che Camille Lacourt, il nuotatore francese che fa battere più velocemente il cuore delle donne di mezzo mondo. E quindi perché non intervistarlo e chiedergli come ci si trova?

Nato a Narbonne nel 1985, Camille è specializzato nelle gare a dorso ed è stato nominato nelle olimpiadi di Londra 2012 come l’atleta più sexy in assoluto. Fidanzato con Valerie Begue, ci aveva già informato di essere in attesa del suo primo figlio. Beh, se ancora non lo sapete vi informo che la bambina è nata e che ha “dato una mano” a papà durante l’intervista, pigolando nel sottofondo.

Gadget: Camille, abbiamo visto che il Walkman W273 di Sony sembra piacerti parecchio. La musica si continua a sentire bene mentre nuoti?

Camille: Sì, devo dire che mi piace molto e mi trovo molto bene. Rispetto ad altri prodotti che avevo provato prima tiene perfettamente l’acqua e la musica si sente bene durante gli allenamenti.
.

G: Parliamo anche della sua comodità: come ti trovi con il suo particolare design? Hai mai rischiato di perdere il lettore?

C:Ne sono molto soddisfatto, è discreto e non si muove. Inoltre devo dire che apprezzo molto la piccola nota di colore, che non guasta mai.

G: Sappiamo che ti alleni per cinque, talvolta sei ore ogni giorno. Devi avere una tracklist gigantesca! Cosa preferisci ascoltare in questi giorni?

C: Ovviamente la playlist non la cambio tutti i giorni! In quest’ultimo periodo ho su una serie pezzi di musica francese e rap americano. Sono un po’ eclettico!

G: La musica ti aiuta a concentrarti o fa passare più velocemente la giornata?

C: Non lo uso proprio in tutti gli allenamenti, ma solo quelli in cui non forzo troppo il passo -quando è un po’ come fare footing, solo in piscina. Niente da fare: la musica non aiuta a concentrarmi, mi serve proprio per passare il tempo e quindi la riservo agli allenamenti meno intensi e molto lunghi.

G: Com’è il tuo rapporto con la tecnologia? Hai altri gadget hi-tech preferiti? Ti abbiamo visto uscire da una vasca con un tablet (e nient’altro addosso), dopo tutto...

C: Uso gli aggeggi elettronici ma non sono un fanatico, a casa ho un iPad, lo smartphone, tutti questi soliti strumenti. Li trovo molto pratici e molto utili.

G: Quali sono le prossime sfide che ti stai preparando ad affrontare?

C: Mi sto allenando per i Campionati di Francia, adesso, che si svolgeranno in aprile e che sono una preparazione per quelli mondiali in agosto. Per potervi partecipare bisogna arrivare tra i due primi, infatti. Questo è ciò per cui sto combattendo.

E con questo ringraziamo Camille, che è riuscito a darci un po’ di minuti della sua impegnatissima vita atletica e familiare per rispondere alle nostre domande.

  • shares
  • Mail