Arm Spirit: quando un gioco innocuo diventa pericoloso

atlus arm spiritChi dice che ormai vadano solo le console supertecnologiche da comandare a distanza, magari via wireless? Quando ho visto la foto che vi ho messo qui a lato ho subito ripensato al sapore anni '80 (e perché no, anche un po' anni '90) del Pungiball da festa paesana.

Quello che vedete in foto è l'Arm Spirit (prodotto dalla Atlus Japan), un semplicissimo apparecchio che vi sfida a braccio di ferro. Per quanto fosse un device già simpaticamente sfruttato nelle fiere e in vendita, l'azienda ha deciso di ritirarli tutti dal mercato. Non si parla di milioni di pezzi, ma di "soli" 150 esemplari, rei di aver tristemente rotto la mano a diversi intrepidi giocatori.
La loro scusa ufficiale -e che motiva l'uso del mio "intrepidi"- da chiaramente la colpa all'utente, estremamente "overexcited" (letteralmente sovraeccitato): questo ha causato movimenti errati del braccio che lo hanno portato in posizioni innaturali.

Dire "ok, l'abbiamo pensato male" era forse troppo, tuttavia proprio quell'aggettivo enfatico che addossa ogni colpa al giocatore è cosa assai sbagliata (almeno a livello marketing). Se vedete in qualche fiera oggetti simili, forse è meglio starne alla larga...

[via slashgear]

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: