Primi test sull'iPhone

Dopo aver attivato l’iPhone, abbiamo fatto qualche prova e la cosa che più mi ha colpito è stata la facilità con cui ci si muove all’interno dei menù: si ha come l’impressione di averlo sempre usato.

Nel video abbiamo collegato l’iPhone alla rete WiFi e navigato in internet testando con risultati quasi sbalorditivi lo scroll e lo zoom. Purtroppo, come saprete già tutti l’iPhone al momento non supporta il flash e quindi i video di YouTube nelle pagine web non si possono vedere, anche se è possibile utilizzare l’applicazione preposta che però funziona solo con l’Edge (dettaglio abbastanza scocciante).
La scrittura mi è parsa più facile del previsto, infatti, dopo aver scritto qualche riga di testo, si acquisisce sufficiente padronanza commettendo pochi errori. Chiaramente più si utilizza e più si diventa veloci.
Piccola chicca: quando la lettera si ingrandisce (segno che si sta "premendo"), in caso si abbia sbagliato basterà spostarsi senza alzare il dito. Per farvi un esempio, capita sovente di scambiare P e O.

Per rispondere in parte a tutte quelle persone che credono che in Italia l’iPhone al momento sia totalmente inutile perché non si possono effettuare le chiamate, rispondo che molto presto si riuscirà a sbloccarlo in modo completo (personalmente non credo che Apple abbia perso molto tempo per far guadagnare la AT&T) e nel frattempo lo si può impiegare come tablet PC: leggere la posta, navigare in internet, programmare gli impegni lavorativi, etc.
Attualmente è necessaria una SIM da 32k e alcuni passaggi forse un po' macchinosi; come è avvenuto per lo sblocco, entro breve sperabilmente usciranno applicazioni che faranno tutto autonomamente.

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: