Radar portatile: la tecnologia salva vita

La Oyo (sito in versione inglese), un istituto di ricerca Giapponese, ha messo a punto un sistema di soccorso basato su un radar portatile.

Questo permetterà di ritrovare, fornendo dettagliata posizione e profondità, eventuali persone ancora vive che si possono trovare sotto qualsivoglia tipo di maceria.

Il funzionamento è regolato da antenne wireless che invieranno segnali una volta poste nel luogo in esame, captando attraverso il reader visibile in figura le varie risposte in feedback (come un vero e proprio radar) e permettendo così, dopo un'analisi, di trovare, con particolare precisione, vite umane in movimento (punti neri) o fermi (punti rossi).

Ogni antenna può analizzare 1 metro quadro di territorio, arrivando alla profondità di 4.5 metri; ogni singolo analizzatore può gestire fino a 30 antenne.

Sarà in vendita a partire da questo mese, ma.. che dire, se magari questa tecnologia fosse stata messa a punto anche solo un mese fa, nel recente terremoto parecchie vite si sarebbero salvate.

[via]

  • shares
  • Mail