Google Glass, funzioni ed app ancora in fase di design

IEEE Spectrum ha intervistato Babak Parviz, un tempo professore dell’Università di Washington ed ora “rapito” da Google per lavorare allo sfuggente ma interessantissimo progetto Google Glass.

Questo esperto di ingegneria elettronica, particolarmente impegnato da anni sul fronte della realtà aumentata, spiega che le funzioni e le app che si possono integrare negli occhiali di Google non sono ancora state decise, e non dipende certo dalla ridotta facoltà di scelta.

Le due funzioni principali del Google Glass, sulle quali il team sta lavorando alacremente sono quelle che riguardano la comunicazione visiva, ovverosia la connessione con i propri amici tramite immagini e video e la ricerca di informazioni rapida. Per il momento, però, ogni applicativo o soluzione trovata sono top-secret.

Anche l’hardware stesso dei futuri prodotti basati sul progetto è incerto. Si sta sperimentando molto ma di definitivo c’è davvero poco. Una lista di funzioni o di hardware integrati non solo non esiste, ma se anche si fosse sarebbe certamente non definitiva.

Per il momento il controllo dei comandi è affidato ad un touchpad, ma stanno venendo sviluppati i controlli a voce e coi movimenti della testa (certo, in questo caso c’è il rischio concreto di attirare un po’ troppo l’attenzione controllando i propri occhiali). Uno dei progetti è Google Now, un assistente personale che - integrato negli occhiali - è davvero destinato ad essere sempre accanto all’utente.

Di sicuro - ironia della sorte - c’è l’assenza della realtà aumentata. “È un concetto destinato a materializzarsi in questo progetto nelle sue generazioni future” dice Babak. Ora come ora, insomma, il mercato non offre le aperture necessarie per investire nella realtà aumentata indossabile.

D’altro canto non possiamo che lodare due degli obiettivi principali del progetto, delineati nettamente da Babak Parviz: la batteria deve assolutamente durare tutto il giorno e non si deve manifestare affaticamento per gli occhi. “L’apparecchio sarà sicuro per la salute in ogni suo utilizzo”.

Durante il 2013 sarà resa disponibile una versione per gli sviluppatori definita "Explorer". Il costo del kit sarà di $1500.

Via | IEEE Spectrum

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: