Le memorie del futuro saranno i batteri

memoria su batteriLa storia ha dell'incredibile: la memoria del futuro potrebbero essere i batteri.

Alcuni ricercatori giapponesi sono riusciti ad inserire informazioni, mantenute poi nel tempo, direttamente all'interno del DNA di batteri; la combinazione di simboli e caratteri codificati nel genoma potranno essere interpretati come testo, musica, video, ecc.
La contrapposizione viene fatta rispetto alla carta e alla memoria "classica": la prima, vuoi l'acqua, vuoi il tempo, può sfumare e perdersi, la seconda a causa di crash può corrompersi; "la memoria dei batteri potrebbe durare per milioni di anni", questo è ciò di cui è convinto Masaru Tomita, il professore a cui fanno capo le ricerche.

Dove sta l'inghippo? Le mutazioni: i batteri possono infatti evolvere nel tempo e questo porterebbe lo stesso tipo di problematiche di cui soffrono gli altri "mezzi". La soluzione del team sta nel numero di scritture: replicando la stessa informazione in quattro zone diverse, ma particolari, del genoma, si dovrebbe evitare il problema alla radice.

Ok, tutto questo sembra una pazzia, ma tante cose solo dieci o venti anni fa lo erano, eppure...

[via bookofjoe]

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: