Matrox DS1 Thunderbolt Dock station pronta ad uscire, è la prima sul mercato

Thunderbolt è un formato nuovo, e parte in ritardo rispetto al rivale USB 3.0. Pur surclassando ogni altro metodo di trasferimento dati sul mercato sta faticando ad imporsi a causa degli alti costi e di qualche problema di adozione anche da parte dei produttori di accessori.

Matrox è stata la prima a risolvere il problema di un dock con la sua Matrox DS1, un apparecchio con porta Thunderbolt a cui si possono connettere altri formati. L’unica alternativa è l’intero Apple Display da centinaia e centinaia di euro prodotto da Cupertino, non certo una soluzione pratica.

A quanto pare questo debutto sul mercato è stato davvero difficile. Matrox ha dovuto collaborare con Apple e Intel per arrivare ad un risultato utilizzabile. Sul DS1 ci sono due porte USB 2.0, una porta Ethernet Gigabit, una porta USB 2.0/3.0, audio in e audio out da 3.5mm e (a scelta) HDMI o DVI out.

I più attenti si saranno resi conto che questa docking station ha qualcosa che finora non c’era, una porta USB 3.0 che “esce” da una connessione Thunderbolt. Già questo farà gola a moltissimi utenti che hanno bisogno di far dialogare accessori molto nuovi dotati di questi formati ad alte prestazioni.

Thunderbolt è un formato davvero costoso. Gli utenti che lo hanno abbracciato tendono ad usarlo per dispositivi di stoccaggio dati esterni, in particolare drive SSD - Gli unici che possono davvero sfruttare le velocità garantite. Se si aggiunge che anche i cavi sono molto cari, è facile dedurre perché sia difficile prevedere che Thunderbolt si imponga come standard preferito sul mercato.

Il Matrox DS1 non è molto economico: il prezzo è di $299.

Aspettiamo il prodotto concorrente di Belkin, che sembra ancora più utile, vantando 3 porte USB 3.0, una porta FireWire 800 e soprattutto una seconda porta Thunderbolt per il daisy chain. Siccome non c’è nessuna porta video, però, se la vostra necessità è di allacciare un monitor ad alta definizione il prodotto Matrox è quello che fa al caso vostro.

Via | MacRumors

  • shares
  • Mail