Da Stanford arriva il gecko robot


Un gruppo di ricercatori dell'Università di Stanford ha costruito un robot gecko per studiarne il meccanismo di presa sulle pareti. Dopo numerosi studi sono riusciti ad imitare il sistema presente nelle zampette del rettile e hanno scoperto che, tramite le interazioni di van der Waals, migliaia di setole riescono a farlo rimanere attaccato a qualsiasi parete senza l'utilizzo di liquidi.

I risultati sono stati applicati a un prototipo di gecko robot di 300 grammi che riesce a percorrere 4 centimetri al secondo.
Il meccanismo prensile sarà sviluppato per la costruzione di strumenti che potranno diventare utili per l'uomo, come scarpe antigravità per gli astronauti.

[via OhGizmo]

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: