PengPod raggiunge il finanziamento su Indiegogo, in arrivo un tablet Linux da 110$

PengPod è una linea di tablet pensata per quella piccola nicchia di utilizzatori che sognano un'istallazione di Linux sui propri tablet, senza però dover passare per hacking del boot manager, lunghe guide e sperimentazioni varie di Kernel, driver e pacchetti. Il progetto è stato ospitato su Indiegogo, una piattaforma di crowd funding che opera su meccanismi simili a quella del più noto Kickstarter. Continua dopo la pausa.

Il progetto a quanto pare è piaciuto, tanto che è riuscito ad ottenere quasi il 150% dei 49 mila dollari di finanziamento richiesto. La linea verrà commercializzata tramite il piccolo marchio di Peacock Imports e a giudicare dalle foto dei prodotti e dal nome dell'azienda si tratterà fondamentalmente di prodotti cinesi a basso costo, che si distingueranno però per il dual-boot "di fabbrica" tra Android 4.0 (solo 4.0?) e una distribuzione di Linux con l'interfaccia KDE Plasma Active (da scherda SD).

La linea comprende il PengPod 700 da 7" (110$), il PengPod 1000 da 10" (175$) e il PengStick (75$) in formato penna. I prezzi sono bassi ma sono in linea con le specifiche di fascia bassa che offrono, distanti anche da prodotti super-economici come il Kindle Fire "liscio" di Amazon.

I prodotti arriveranno a partire da gennaio e sono già disponibili in pre-ordine sul sito ufficiale, dove si possono trovare anche tutte le specifiche in dettaglio dei tre modelli, accessori compresi.

Via | Ars Technica

  • shares
  • Mail