Samsung non rileva lavoro minorile nelle fabbriche dei produttori

Samsung nelle scorse ore ha pubblicato i risultati di una indagine durata quattro settimane e riguardante ben centocinque fornitori impegnati nella realizzazione di componenti per l'azienda Coreana in tutta la Cina.

Da queste indagini non sono emersi fortunatamente, casi di lavoro minorile, anche se sono emerse numerose pratiche definite "inadeguate", casi di straordinari "eccessivi" e alcune politiche di sanzionamento di ritardi o assenze davvero molto dure.

La vicenda era cominciata nel mese di Agosto quando si erano sollevate delle polemiche circa l'impiego di minori nelle fabbriche di alcuni produttori partner di Samsung. L'azienda Coreana si difese e promise di avviare nel minor tempo possibile. Detto fatto, a Ottobre l'indagine è finalmente partita.

Samsung si è detta in parte soddisfatta dai risultati di questa indagine e punta a migliorar ulteriormente le condizioni dei lavoratori, a partire già dal 2014.

 

Via | Cnet

  • shares
  • Mail