Notebook di Winnie the Pooh confiscato dalla Polizia finlandese per pirateria

Il lungo braccio della Legge non conosce limiti, soprattutto di età. Sicuramente sarà rimasta traumatizzata la bambina finlandese di nove anni che ha visto le forze dell'ordine fare irruzione in casa propria.

L'obiettivo dei poliziotti era il Pc portatile della piccola, un notebook di Winnie the Pooh, in cui erano contenuti una serie di file musicali scaricati illegalmente. Violazione del copyright quindi, e download illegale da The Pirate Ebay.

Secondo quanto riportato, il padre della bambina ha ricevuto una lettera dalla CIAPC affermando che il suo account è stato legato alla condivisione in Internet di file illegali, con conseguente richiesta di pagamento per un totale di 600 € per non procedere legalmente.

Dopo il rifiuto dell'uomo di pagare la cifra richiesta, le forze dell'ordine sono intervenute con tanto di mandato di perquisizione.

A quanto pare la figlia di nove anni aveva aeva precedentemente scaricato alcune canzoni dell'artista Chisu, utilizzando The Pirate Bay. Il padre della ragazza però ha confermato che il download non ha funzionato, decidendo di acquistare il prodotto il giorno dopo.

Secondo la testimonianza dell'uomo, pare che la polizia abbia fatto capire sarebbe bastato pagare la multa e dimenticare l'accaduto.
Il padre sostiene che non si può pretendere ai bambini di capire che tipo di azione stiano facendo una volta in rete.
L'uomo aggiunge inoltre di aver avuto letto la situazione come "gente della mafia che chiedevano soldi."

Ironia della sorte, Chisu, l'artista "danneggiato" dalla bambina afferma che non vuole intraprendere alcuna azione legale. Il caso è in corso in questo momento.

Il padre della ragazza ha dichiarato: "Mia figlia non ha fatto iente di male. Se gli adulti non sempre sanno come utilizzare il computer e il web, come si può supporre che i bambini o gli anziani - o una ragazzina di 9 anni - possa sapere cosa stia combinando on-line "?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: