LG vorrebbe produrre una Smart TV con Open webOS col contributo di HP

Logo di LG — Life’s Good

La sudcoreana Life’s Good (LG) potrebbe essere la prima azienda a produrre un dispositivo basato su Open webOS: il sistema operativo Linux-based che Hewlett-Packard (HP) ha reso open source in settembre, a seguito dell’acquisizione di Palm nel 2010. Dismessa l’anno successivo, Palm ha cessato la distribuzione degli smartphone e webOS non ha più avuto un produttore ufficiale. Nel 2012, HP ha annunciato l’intenzione di rilasciare il codice sorgente di Open webOS e ha fondato la sussidiaria GRAM che è deputata al supporto tecnico.

L’indiscrezione è interessante per due ragioni. Anzitutto, HP non produrrà dei dispositivi per Open webOS e GRAM s’occuperà soltanto di fornire un supporto agli Original Equipment Manufacturer (OEM) eventualmente interessati al sistema operativo. LG, peraltro, non ha pensato a uno smartphone — specie in prossimità del lancio di Nexus 4: il device sarà una Smart TV, destinata a sostituire la gamma NetCast che non è ancora “decollata”. Sarebbe una sfida perché webOS non è mai stato installato su delle Internet-Connected TV (ICTV).

Per questo motivo, è prematuro parlare in dettaglio del progetto di LG: Open webOS ha bisogno d’un ecosistema di applicazioni dedicate alle ICTV che tuttora non esiste e GRAM – la società creata ad hoc da HP – muove giusto i primi passi. Il framework di sviluppo è Enyo che prevede l’impiego di HTML5 e JavaScript sulla falsariga di Adobe PhoneGap e perciò i programmatori non dovrebbero incontrare particolari difficoltà nel porting dei rispettivi software. Il prodotto dovrebbe essere presentato al CES 2013 di Las Vegas a gennaio.

Via | webOS Nation

  • shares
  • Mail