La plastica segna la fine del silicio nei microchip

La Plastic Logic, azienda inglese fondata nel 2000, ha ottenuto importanti finanziamenti per costruire un microchip in plastica anziché in silicio. Questo progetto è destinato a rivoluzionare radicalmente il futuro dell’elettronica abbattendo tempi e costi di produzione: così facendo in futuro i prezzi di cellulari, computer e in generale tutti i prodotti con a bordo almeno un microchip vedranno scendere il prezzo.
Inoltre, con la plastica si potranno ampliare i settori di applicazione di questi dispositivi come abbigliamento e cibo, per comunicare all’utente informazioni sulla composizione e sull’uso.

Speriamo che tutto ciò diventi realtà nel più breve tempo possibile (visti anche i grossi difetti del silicio), cosicché non dovremo più parlare di Silicon Valley come capitale dell’elettronica, ma della nascente Plastic Valley.

In conclusione vorrei far notare agli appassionati del settore che il computer del futuro si sta delineando sempre più e sicuramente vanterà tra le specifiche questi nuovi microchip, mentre al posto degli ormai obsoleti hard disk, le memorie flash da qualche centinaio di gigabyte.

[via ft]

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: