Chromebook cambia rotta, debutta la versione ARM da 249$

Nuovi Chromebook ARM - galleria immagini
Google oggi lancia i nuovi Chromebook, la sua personalissima interpretazione di computer piccolo, leggero, semplice e rigorosamente tutto sul cloud grazie al Chrome OS. Un lancio che non si limita ad aggiornare hardware e software com'era successo nelle generazioni precedenti, ma che a tutti gli effetti reinventa la piattaforma, che passa da quella x86 del mondo PC a quella ARM, fatta di processori integrati più economici e meno assetati.

Perchè passare ad ARM? Non c'è bisogno di perdersi in analisi tecniche o filosofiche, basta guardare il prezzo: 249$. Esattamente 200$ in meno rispetto al veloce Samsung Series 5 550 (dotata di un hardware molto simile all'Acer Aspire One 756 che abbiamo appena recensito), oppure 50$ in meno dell'Acer A700, entrambi Chromebook di seconda generazione. Continua dopo la pausa.


Questo cambio di rotta ci conferma la testardaggine di Google nel voler portare avanti il progetto Chromebook, un'idea rivoluzionaria di computer in cui lo spazio di memorizzazione, le apps e i servizi sono tutti sul cloud. Una volontà che non si ferma davanti ai pessimi risultati commerciali -- avete mai visto un Chromebook in giro? -- ne agli ostacoli iniziali dovuti a un software limitante e ancora poco maturo.

Il nuovo Chomebook ARM è ancora una volta il frutto della collaborazione tra Google e Samsung, che questa volta propone il piccolo laptop nella scocca più sottile e leggera di sempre: 20mm di spessore e 1,1Kg per un dispositivo così economico sono un buon traguardo. Anche l'estetica è molto gradevole, con particolari quasi da fascia Ultrabook.

Il laptop è alimentato da un system-on-chip Samsung Exynos 5250 da 1,7GHz, un dual-core dalle prestazioni non stellari ma adeguate per un un utilizzo leggero, affiancato da 2GB di RAM. Come al solito lo spazio di memorizzazione è ridotto all'osso -- solo 16GB -- per incoraggiare l'uso dei 100GB gratuiti su Google Drive. Il monitor è un 11,6" da 1366x768, mentre il resto della dotazione è quella tipica da netbook con Wi-Fi (niente 3G/4G per ora), Bluetooth, mini SD, porte HDMI, USB 2.0 e una singola USB 3.0.

I nuovi Chromebook ARM sono una sterzata nella giusta direzione e potrebbero rivelarsi una scelta interessante per chi cerca un secondo (o terzo) computer su cui eseguire dei compiti poco gravosi, a patto di avere una Wi-Fi accessibile sempre sotto mano.

Non parliamo di puro e semplice intrattenimento, per quello un tablet Android si rivela più versatile, ma di uno spettro di utilizzi più ampio che può includere lo studio, la produzione di testi, gestione delle email, ma anche come un semplice sistema semplice e intuitivo "per tutti", che poi è anche il leit-motif del video promozionale di Google che abbiamo allegato alla fine dell'articolo.

La vendita dei nuovi Chromebook sarà inizialmente limitata al mercato USA e britannico.

Via | Chrome Blog

  • shares
  • Mail