Dell ha presentato XPS 12 a SMAU: un tablet convertibile in ultrabook

Logo di SMAU 2012

Dell ha deciso di presentare XPS 12 – un tablet ibrido, convertibile in ultrabook – nella seconda giornata di SMAU 2012: la conferenza stampa, introdotta dall’Amministratore Delegato, ha tratto diverse tematiche che citerò tra le conclusioni. XPS 12 è un prodotto particolarmente interessante per quei professionisti che vorrebbero delle prestazioni da workstation in un dispositivo portatile. Monta, infatti, dei processori i3, i5 e i7 di Intel alla revisione Ivy Bridge e con 1,4Kg di peso può essere trasportato pressoché ovunque.

Alle tre famiglie del processore di Intel corrisponderanno altrettante fasce di prezzo, ma XPS 12 partirà comunque da una cifra attorno ai 1000€. Il costo è giustificato dalla componentistica: ad esempio, dispone d’uscite USB 3.0 – in aggiunta a quelle multimediali – che non sono disponibili sui tablet tradizionali. La dimensione dello schermo, un Full HD da 1920×1080 pixel, è di 12,5”. Prevede Windows 8 Pro, motivo per il quale Dell attenderà il 26 ottobre e proporrà il dispositivo all’indomani della presentazione di Microsoft.

Se di primo acchito è un ultrabook a tutti gli effetti, ruotando lo schermo (la procedura è davvero semplicissima) XPS 12 diventa un tablet: a tale proposito, è giusto sottolineare quanto incidano il peso e la dimensione del monitor. Ottimo per l’ufficio, il prodotto non sembra altrettanto maneggevole in mobilità. Essendo un ibrido, XPS 12 porta con sé i pregi e i difetti di entrambi i dispositivi a cui s’ispira e l'utilizzo da tablet appare subordinato a quello da ultrabook. È assente, peraltro, la connettività su reti mobili.

Dell XPS 12
Dell XPS 12
Dell XPS 12

Non avendo intravisto un connettore per Ethernet, l’unica connessione prevista da XPS 12 è quella WiFi — in compenso, la disponibilità di USB 3.0 permette di collegare al device una chiavetta internet. Paragonato a Surface Pro, che Microsoft dovrebbe offrire tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013, il prodotto di Dell è nettamente superiore: il segmento di mercato, l’architettura e il sistema operativo si equivalgono… ma XPS 12 ha uno schermo più grande e una tastiera integrata d’alluminio, non una dock estraibile in plastica.

Avendolo provato e tenuto sulle ginocchia posso assicurare che i materiali di XPS 12 sono molto resistenti e d'ottima qualità. Tuttavia, è indubbio che il peso di 1,4Kg si faccia sentire. A giustificazione del design, l’A.D. di Dell ha ricordato che il target principale della società è quello aziendale. XPS 12 e gli altri device presentati – benché s’adattino ai consumatori – sono concepiti per la produttività e le imprese. Un esempio è il Latitude 10, un tablet con docking station che può essere utilizzato in modo indipendente.

L’impiego ideale di Latutude 10 è l’ufficio, dove può essere mantenuta la docking station quando il tablet è utilizzato in mobilità. Sempre su x86 di Intel, propone un monitor da 12” con uscite USB 3.0: le stesse integrate in XPS 12. Se il Latitude 10 esclude la tastiera, questa è inserita sulla falsariga di Surface RT in XPS 10. L’ultimo dispositivo accennato da Dell è un tablet con Windows RT su ARM da 0,63Kg che uscirà tra qualche mese e, infatti, non era disponibile in anteprima. Il prezzo al pubblico è tuttora da definire.

Dell XPS 12

Dell XPS 12
Dell XPS 12
Dell XPS 12

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: