Selfstarter: una soluzione open source per degli emuli di Kickstarter

Logo di SelfstarterSelfstarter è un nuovo Content Management System (CMS) per la gestione di portali simili a Kickstarter: la popolare piattaforma di crowdfunding. È open source, rilasciato sotto licenza MIT, e prevede la disponibilità di Ruby 1.9.2 o superiore e RubyGems sul server d’installazione. Esattamente come Kickstarter, Selfstarter utilizza Amazon Payments per gestire le transazioni delle raccolte fondi — ma gli sviluppatori possono optare per delle soluzioni differenti, modificandone i sorgenti. Una proposta interessante per le startup.

Il progetto è stato concepito dagli stessi creatori di Lockitron: un dispositivo per aprire e chiudere le porte col cellulare. Il prodotto era stato bandito da Kickstarter e gli sviluppatori hanno dovuto trovare una soluzione alternativa per ottenere i fondi necessari alla commercializzazione. Realizzare Selfstarter è stata l’opzione migliore. A prescindere dalla polemica con Kickstarter, il nuovo CMS è una risorsa particolarmente utile a chi intendesse avviare una campagna di crowdfunding senza appoggiarsi ai servizi esistenti.

Lo stesso sito di Lockitron è stato realizzato con Selfstarter, permettendo così di visualizzarne un’efficace anteprima. Desta qualche perplessità la scelta dei linguaggi di programmazione e degli strumenti di sviluppo necessari a integrare il CMS nel proprio progetto: Ruby on Rails richiede un accesso a riga di comando al server di destinazione, escludendo la possibilità d’utilizzare Selfstarter con gli hosting più economici. Inoltre, i programmatori del CMS suggeriscono Heroku — una piattaforma di sviluppo in cloud computing.

Via | Adafruit

  • shares
  • Mail