Motorola cestina il Webdock: il netbook dockabile per smartphone ha venduto poco

Motorola annuncia ufficialmente la morte del progetto Webdock, tagliando fuori smartphone attuali e futuri dalla compatibilità Lapdock, cioè la linea di docking station con le fattezze di netbook che consentiva allo smartphone di sdoppiare la sua personalità.

Per quanto le idee certe idee possano essere innovative, il fallimento di una progetto, di un prodotto o di una tecnologia è sempre dietro l'angolo. Capita anche a Google (che ha le mani un po' ovunque), è capitato ad Apple (vedi la recente chiusura del social network Bing Ping) e non è esente nemmeno Motorola, che ha deciso di abbandonare il Lapdock a causa di uno scarso successo commerciale.

E francamente non vedevamo altre soluzioni, visto che l'idea era sì interessante, ma impallidisce se paragonata alla matroska di trasformazioni possibili del Padfone di Asus, ma anche rispetto agli stessi Transformer o altri tablet ibridi similari. Voci sembrano indicare che la decisione è arrivata dai piani alti dell'amministrazione Google, rimuovendo ogni supporto da Droid Razr M, Razr HD e Razr HD Maxx. La chiusura del progetto è risultata in una svendita a prezzi clamorosi dei dock, (s)venduti da Verizon a 50$ con 200$ di sconto.

Via | Phone News

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: