Voleva creare una pistola con una stampante 3D: nessuno gli affitta il macchinario

Con le stampanti 3D si può stampare di tutto, qualsiasi apparecchio o strumentazione meccanica ci possa venire in mente. Ma una pistola? Ci vuole la mente di un americano per pensare ad una cosa del genere - e Cody Wilson, direttore del collettivo Defense Distributed e della risorsa online Wiki Weapon sta proprio progettando di portare a termine questa impresa - Per lui sicuramente stimolante, per il resto del mondo proprio allarmante.

Wilson ha iniziato raccogliendo fondi sul sito di crowdsourcing IndieGoGo, mettendo assieme $2.000 prima che il suo fundraiser venisse ritirato - la scusa per la cancellazione dell’iniziativa riguardava leggi, regolamenti e legalità.

La realtà dei fatti è che IndieGoGo si è trovato più che altro condizionato da una scelta morale e “pubblicitaria”, che da una considerazione giuridica.

Lo stesso tipo di motivazione ha indotto un’altra compagnia, la Stratasys, a cancellare il contratto di leasing che aveva stretto con Wilson, con il quale gli avrebbe dovuto affittare una stampante 3D.

Cody Wilson è un giovane giurista, ed è piuttosto a suo agio con norme e leggi sul commercio di armi da fuoco negli USA. Secondo tali leggi è possibile costruire un’arma in casa se si tratta di un revolver o una pistola semiautomatica se non si intende venderla né scambiarla. Il progetto Wiki Weapon mira a creare una piattaforma di condivisione distribuita per i piani di costruzione di varie armi, la prima delle quali dovrebbe essere proprio una pistola.

Secondo Wilson la tecnologia delle stampanti 3D moderne è in grado di creare un progetto simile, un’arma completamente in plastica - Probabilmente si spezzerà o fonderà dopo un solo colpo, ma l’idea è di provare che è teoricamente fattibile.

Purtroppo per Wilsom le sue spiegazioni non sono state convincenti per la Stratasys, che ha inviato un facchino a casa sua allo scopo di ritirare la stampante, lasciandolo con un pugno di mosche. Al momento, sembra, nessun’altra azienda è disposta ad affittargli il costosissimo macchinario.

Il mondo è ancora al sicuro: abbiamo temporaneamente scampato il pericolo rappresentato da nerd capaci di fabbricarsi da soli le proprie pistole con la mera pressione di un pulsante. Non illudetevi, è una pace temporanea. Ho passato abbastanza tempo su Internet per capire che è quasi impossibile fermare l’inesauribile entusiasmo di un hobbista appassionato, capace di erodere le montagne.

Via | Wired - The Danger Room

  • shares
  • Mail