Amazon: "Pubblicità obbligatoria su tutti i nuovi Kindle, non può essere rimossa" - aggiornamento

Amazon Kindle Ad-supportAggiornamento: Dopo la confusione dei giorni scorsi sulle funzioni ad-support incluse nei nuovi Kindle, Amazon chiude la questione comunicando proprio nella giornata di oggi che l'eliminazione della pubblicità sarà possibile e avrà un costo di 15$. Amazon è convinta che pochi utenti ricorreranno alla rinuncia a pagamento, ma per quei pochi che preferiscono avere un tablet spam-free è sicuramente una buona notizia.

Abbiamo già avuto modo di parlare ampiamente di tutti i nuovi modelli della famiglia Kindle di Amazon, compresi quelli che per ora in Europa e in Italia non si vedranno nemmeno a fine ottobre. Oggi arrivano nuovi dettagli sul così detto ad-support incluso in tutti i nuovi modelli, che a quanto pare è lì per rimanere, senza possibilità di rimozione.

L'ad-support consiste in una semplice pagina di pubblicità relativa a prodotti e offerte speciali dello store di Amazon (ma anche da fuori), che compare al momento dello sblocco del dispositivo. Una soluzione che già da tempo si vedeva sia sui tablet che sugli e-reader dell'azienda. Continua dopo la pausa.

La differenza sostanziale è che ora il sistema è obbligatorio e che tutti i nuovi prodotti non saranno disponibili nella variante leggermente più costosa, priva di ad-support. Anche la rimozione post-acquisto non sarà più possibile, nemmeno in futuro.

La notizia è stata confermata sia da Techradar che da CNET, che hanno avuto modo di contattare un portavoce di Amazon. Conferme che smentiscono quanto scritto da un lettore di Engadget, che aveva riportato una email dall'"interno" che menzionava l'"imminente arrivo dell'opzione per la rinuncia sulla pubblicità".

A quanto pare gli utenti Kindle dovranno fare i conti con un lieve spam permanente che non sarà nemmeno limitato ai prodotti dello store Amazon e che spazia da libri, contenuti audio, video, passando per automobili, creme per la pelle e tutto quello che c'è nel mezzo.

Via | TechRadar

  • shares
  • Mail