IFA 2012: arrivano Asus Taichi e Asus Transformer Book

Accanto allo Zenbook Prime 15” ed i Vivo Tab che abbiamo visto ieri, mamma Asus ha presentato anche il Taichi ed il Transformer Book, i cui prototipi erano già stati visti al Computex di Taipei.

Il Taichi è proprio quello che ci aspettavamo, uno stranissimo ultrabook con due display. Quello interno è usato quando il piccolo PC è aperto, come un normale notebook, mentre quello esterno, posizionato sopra alla copertura, funziona quando il Taichi è chiuso, trasformandolo così in un tablet.

I due monitor, ovviamente, non possono essere usati contemporaneamente dalla stessa persona perché è fisicamente impossibile, ma sono lo stesso completamente indipendenti e possono - in via teorica - essere usati da due persone diverse. Inutile dire che questo design è quanto di più strano abbia visto quest’anno all’IFA e che nutro forti dubbi sulla sua effettiva utilità.

Non si sa cosa alberghi all’interno del Taichi, dato che Asus ha scelto di restare silenziosa tanto nella presentazione che nei contenuti per la stampa. Come linea guida posso dirvi che i display sono IPS Full HD retroilluminati a LED, mentre il processore è un Ivy Bridge di qualche tipo, con lo spazio di archiviazione affidato a SSD.

Il Transformer Book è più “convenzionale” se così si può dire di un notebook dotato di Core i7 di terza generazione il cui display si può staccare, trasformandolo di fatto in un tablet. L’archiviazione interna è disponibile sia come SSD che come HDD, mentre l’audio è assicurato dalla tecnologia Asus SonicMaster.

Con queste credenziali non esito a definirlo molto più impressionante dei suoi “parenti” Android e persino dei fratellini Vivo Tab. Stiamo parlando di un apparecchio che riunisce tutte le caratteristiche migliori dei Transformer e degli Ultrabook di ultima generazione: dovremo guardarlo da vicino e scoprire se è in grado di offrire tutto quello che ha promesso.

Altro particolare che serve chiarire è il prezzo: c'è tanta concorrenza in questo settore, e spero Asus voglia rimanere a portata del mercato consumer.

  • shares
  • Mail